domenica 26 febbraio | 13:45
pubblicato il 06/dic/2014 12:39

Uil: per 1 famiglia su 2 (53,5%) conto Tasi più salato dell'Imu

Loy: complessivamente pesa meno ma è meno equa

Uil: per 1 famiglia su 2 (53,5%) conto Tasi più salato dell'Imu

Roma, 6 dic. (askanews) - Per una famiglia su due il conto della Tasi sarà più salato dell'Imu 2012. A sostenerlo il servizio politiche territoriali della Uil in vista del 16 dicembre, data fissata per il pagamento del saldo della Tasi, quando quasi 24 milioni di proprietari di prima casa saranno chiamati alla cassa. Secondo alcune simulazione effettuate sui pagamenti soggettivi delle famiglie nelle Città capoluogo emerge che su 428 famiglie residenti nelle 107 città capoluogo, per il 53,5% di esse la Tasi sarà più pesante di quanto pagato con l'Imu nel 2012.

"E' vero che il costo della Tasi sarà, complessivamente un po' più basso dell'Imu - è il commento del segretario confederale Guglielmo Loy - ma la distribuzione della nuova tassa è meno equa: pagherà un po' di più chi prima era esente o pagava cifre basse e pagheranno molto meno i proprietari di quelle abitazioni con rendite catastali elevate".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech