domenica 04 dicembre | 11:05
pubblicato il 21/ago/2014 14:32

Ugl: senza futuro uno Stato che penalizza i propri dipendenti

"Aprire tavolo delle responsabilita' con le parti sociali" (ASCA) - Roma, 21 ago 2014 - "Uno Stato che penalizza ed umilia i propri dipendenti non ha futuro. Sarebbe invece il caso di aprire immediatamente un tavolo delle responsabilita' con le forze sociali, solo cosi' sara' possibile rendere una ricchezza cio' che oggi viene segnalato come un problema".

E' quanto sostiene il segretario generale dell'Ugl, Geremia Mancini.

Per il sindacalista "e' chiaro che il governo sta proseguendo su una strada a vicolo cieco. La politica dei tagli e dei blocchi salariali a danno dei pubblici dipendenti, gia' pesantemente penalizzati, denota una volonta' destabilizzante dell'intero apparato. Nessuno nega - afferma - che interventi sulla macchina amministrativa vadano fatti, nessuno nega che negli anni errori siano stati commessi, ma e' evidente che far ricadere le colpe solo sui dipendenti e' un gesto irresponsabile oltre che dannoso".

Red-Mlp

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari