giovedì 19 gennaio | 10:19
pubblicato il 23/gen/2013 14:56

Ue/Trasporti: slitta presentazione pacchetto ferrovie, rischio ritiro

(ASCA) - Bruxelles, 23 gen - Slitta e rischia di saltare il IV pacchetto ferrovie, l'insieme delle proposte legislative della Commissione europea per rispondere ai ritardi dei paesi membri nell'attuazione delle politiche e nella realizzazione delle infrastrutture necessarie per la creazione delle reti di trasporto trans-europee (Ten-T). Annunciato a inizio anno, alla ripresa dei lavori della Commissione europea dopo la pausa natalizia, il pacchetto da calendario sarebbe dovuto essere presentato domani, cosa che invece non avverra'. A spiegare il cambiamento del programma dei lavori l'incognita tedesca: a quanto si apprende il commissario europeo per i Trasporti, Siim Kallas, sarebbe volato a Berlino per discutere delle proposte legislative direttamente con il cancelliere tedesco, Angela Merkel.

Kallas ha piu' volte lamentato i ritardi della Germania, il paese che forse piu' di tutti ha disatteso le aspettative senza rispettare ne' impegni ne' cronoprogrammi nel settore trasporti. Ritardi che si spiegano anche per via delle logiche dell'ordinamento federale dello Stato, con suddivisioni di competenze che frammentano e rallentano processi decisionali e programmi realizzativi. Ma a quanto a pare grava sul IV pacchetto ferrovie la politica interna della Germania: per quanto le elezioni siano ancora lontane (si vota a settembre), sembra che non ci si voglia assumere responsabilita' di spesa per la costruzione delle reti di trasporto, il cui costo ricadrebbe sugli elettori. Kallas starebbe quindi cercando di spiegare, con una missione straordinaria in Germania, l'importanza e l'esigenza di continuare nella costruzione dell'Europa delle interconnessioni e dell'intermodalita'. Domani la Commissione presentera' la proposta per i carburanti alternativi, che originariamente dovevano essere presentate al pubblico dopo il pacchetto ferrovie. A Bruxelles gli ottimisti sperano solo in un'inversione di presentazioni nell'agenda di lavoro della Commissione Ue, aspettando il pacchetto ferrovie per la prossima settimana. I pessimisti sostengono invece che se le nuove proposte non dovessero essere presentate tra sette giorni, allora con ogni probabilita' verranno ritirare del tutto.

bne/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina