venerdì 09 dicembre | 18:35
pubblicato il 13/gen/2014 15:37

Ue/Lavoro: da Bruxelles guida per capire quando si e' 'residenti' (1Upd)

(ASCA) - Bruxelles, 13 gen 2014 - Capire meglio quando un individuo europeo presente in paese diverso da quello di origine puo' essere considerato a tutti gli effetti ''residente'' nel paese in cui si e' spostato. La Commissione europea ha pubblicato un guida con l'obiettivo di fornire ''un valido documento di lavoro per assistere istituzioni, lavoratori e cittadini'' nella loro vita comunitaria. La libera circolazione delle persone nell'Ue ha reso piu' semplice lo spostamento degli individui, ma ha creato il 'problema' della loro residenza. Anche per via di tipologie lavorative e contrattuali diverse, sono tante e tutte diverse le situazioni di permanenza in un altro stato membro. Per il paese ospitante diventa necessario capire quando si e' di fronte a un caso di semplice ''presenza'' o di ''residenza'' (il diritto comunitario distingue tra ''stay'' - presenza temporanea - e ''residence'' - la presenza prolungata e continuata). Le tipologie di cittadino europeo che si muove nell'area comunitaria e' variegata: ci sono studenti, pensionati, lavoratori distaccati (con contratto di lavoro in in un altro paese Ue di massimo 24 mesi), lavoratori fissi (con contratti di lavoro superiori ai 24 mesi), individui senza un lavoro che seguono il coniuge per motivi professionali. La Commissione Ue intende fare chiarezza, attraverso una guida che racchiude e sintetizza le disposizioni normative e le sentenze giurisprudenziali che aiutano a definire una situazione che non e' uniforme. La guida chiarisce anzitutto che in linea di principio ''una persona che si sposta da un paese all'altro senza mantenere alcun legame significativo con il proprio paese d'origine non puo' essere piu' considerato come residente nel proprio paese d'origine anche se intende farvi ritorno''.

Il criterio, rileva pero' l'esecutivo comunitario, ''non e' esaustivo'' e quindi la guida ricorda i criteri specifici di cui tener conto per determinare la ''residenza abituale'' di una persona. Tali criteri sono situazione familiare e legami familiari, durata e continuita' della presenza sul territorio dello Stato membro interessato, situazione relativa all'occupazione (in particolare il luogo in cui e' esercitata abitualmente l'attivita', il carattere stabile dell'attivita' e la durata del contratto di lavoro). Ancora, contano il carattere permanente della situazione abitativa dell'interessato e lo Stato membro in cui lo stesso paga le tasse. La guida messa a punto dalla Commissione europea accompagna le spiegazioni giuridiche con esempi concreti e orientamenti sui casi in cui la determinazione del luogo di residenza puo' risultare difficile. Ad esempio, per un cittadino britannico che va in pensione in Portogallo dove trascorre la maggior parte del tempo, il luogo di residenza abituale sara' questo paese, anche se nel Regno Unito possiede ancora una casa e continua a mantenere legami culturali ed economica. Redatta in inglese, sara' tradotta nelle altre lingue dell'Ue ''nelle prossime settimane'' e consultabile on-line sulla pagina della direzione generale per l'Occupazione e gli Affari sociali. bne/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Natale
Coldiretti: alberi di Natale in 9 case su 10
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina