sabato 21 gennaio | 07:43
pubblicato il 11/mag/2015 12:26

Ue, Vegas: dopo unione bancaria serve unione mercati capitali

Regole e tassazione siano omogenei in tutta Europa

Ue, Vegas: dopo unione bancaria serve unione mercati capitali

Rho-Pero, 11 mag. (askanews) - Dopo l'unione bancaria è giunta l'ora di dare vita al progetto di una unione dei mercati dei capitali realmente integrata. E' l'esortazione del presidente della Consob, Giuseppe Vegas, nel corso del suo intervento all'incontro annuale con il mercato finanziario. E il livellamento del piano di gioco - ha sottolineato Vegas - deve essere sia sul fronte delle leggi, con l'adozione di un Tuf europeo, sia soprattutto sulla tassazione. "Se essa resterà, come è oggi, troppo diversificata fra Paesi, il mercato non potrà mai essere unico e l'Europa sarà meno competitiva", ha detto.

"La realizzazione del progetto di capital markets union sarà decisiva per lo sviluppo economico dell'Europa nel prossimo decennio - ha spiegato -La sfida è impegnativa ma alla nostra portata". E a tal proposito Vegas cita il Talmud: "E se non ora quando?", perché "il tempo che abbiamo a disposizione non è infinito".

La banking union, ha spiegato, "non può che essere parte di un disegno più ampio, volto a promuovere tutte le diverse forme di finanziamento delle attività produttive". Per realizzare un vero livellamento del piano di gioco, ha proseguito, "occorre intervenire su molti altri comparti della regolamentazione che insistono sul mercato del credito, a partire da norme civilistiche e fallimentari". I diversi soggetti che concorrono a finanziare le attività produttive, ha proseguito ancora, "dovranno essere sottoposti a una disciplina regolamentare e di vigilanza omogenea" e a tal proposito "occorre prendere le mossa dalla redazione di un verto e proprio Testo unico della finanza europeo che codifichi in una singola fonte tutte le norme sui mercati finanziari del Vecchio Continente. Non è un obiettivo irrealistico, può essere perseguito nella corrente legislatura europea".

"Se questa sarò la reale portata della capital markets union essa potrà rappresentare il cruciale punto di passaggio verso una vera unione economica e fiscale - ha spiegato ancora Vegas - E per far funzionare un mercato finanziario europeo realmente unificato non si può trascurare il tema della tassazione. Dobbiamo darci la medesima tassazione e legge", ha concluso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4