giovedì 08 dicembre | 15:15
pubblicato il 06/mag/2014 12:00

Ue, Squinzi: no a eurodemolitori, respingere virus antieuropeo

"Se prevalgono demolitori inizia periodo ricco di incognite"

Ue, Squinzi: no a eurodemolitori, respingere virus antieuropeo

Roma, 6 mag. (askanews) - Occorre respingere il virus antieuropeo e dire no agli eurodemolitori. E' il messaggio del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, lanciato in occasione della XIV lezione Angelo Costa "E' possibile salvare l'euro?" alla Luiss. "Gli euroscettici sono sempre esistiti ancora prima che l'Europa unita nascesse - ha detto Squinzi - hanno alle spalle qualche successo e predicano da sempre il ritorno alle valute diverse e la rinascita delle identità nazionali". Ma, ha sottolineato il leader degli industriali, "la fine dell'Europa la pagherebbero, e a carissimo prezzo, le economie nazionali deboli e indebitate, i cittadini più deboli". Secondo Squinzi, "se le forze che ambiscono a demolire la casa comune avranno grande spazio, comincerà un periodo ricco di incognite e certamente di difficile gestione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Bce
Al via direttorio della Bce da cui è attesa proroga piano acquisti
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Ocse
Ocse, superindice in lieve aumento a ottobre ma in Italia -0,04%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni