sabato 10 dicembre | 14:33
pubblicato il 25/giu/2013 12:04

Ue: Squinzi, Letta eviti sorveglianza indiretta su Italia

(ASCA) - Milano, 25 giu - Archiviata la procedura di infrazione per deficit eccessivo, ora il rischio dell'Italia e' quello di essere messa ''sotto una sorveglianza indiretta'' dall'Europa. A paventarlo e' il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, che in vista del Consiglio europeo del fine settimana sollecita il governo a ''programmare un po' meglio la propria azione per avere qualche vincolo in meno in Europa. Su questo ''non abbiamo tempo da perdere'', ha messo in chiaro il presidente di Confindustria lanciando un avvertimento all'esecutivo: ''Non vorrei che ci mettessero qualche condizione di contorno per essere ancora sotto sorveglianza indiretta anche se ufficialmente non lo saremmo''. Squinzi non teme un crollo della moneta unica: ''Non credo'', ha risposto ribadendo che l'euro ''resta fondamentale ed e' un collante che tiene insieme l'Ue. Uscire dall'euro sarebbe devastante''.

fcz/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Latte
Mipaf: per latte e formaggi origine obbligatoria in etichetta
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina