sabato 21 gennaio | 23:34
pubblicato il 06/nov/2013 15:38

Ue: Squinzi, l'obiettivo 3% deficit/pil e' impegnativo

Ue: Squinzi, l'obiettivo 3% deficit/pil e' impegnativo

(ASCA) - Bruxelles, 6 nov - L'obiettivo di mantenere entro il tetto del 3% il rapporto deficit/Pil dovrebbe essere oggetto di riconsiderazione in sede comunitaria. Lo lascia intendere il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, in occasione della riunione del Comitato di presidenza dell'organizzazione a Bruxelles. ''L'obiettivo del 3% e' impegnativo per il nostro paese'', e il doverlo rispettare ''non lascia spazio per investimenti a sostegno della crescita''. Ma lo stesso obiettivo del 3% sembra essere impegnativo anche per gli altri Stati membri dell'Ue che pure lo hanno concordato insieme nel Patto di bilancio europeo. ''Mi sembra che l'obiettivo del 3% sia rispettato solo in Italia e in Germania, che molti paesi si trovano oltre questa soglia e qualcuno addirittura ancora piu' in la'''.

bne/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4