lunedì 20 febbraio | 07:48
pubblicato il 10/giu/2013 13:02

Ue: Squinzi, basta austerita' e rigore, rivedere rapporto debito/pil

(ASCA) - Milano, 10 giu - Basta austerita' e politiche di rigore. A chiederlo e' il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, che dal palco dell'assemblea generale di Assolombarda si e' lasciato andare a un attacco contro l'austerity targata Bruxelles. ''L'Europa - e' la sua denuncia - si e' accanita con una politica di rigore a dir poco miope, dimenticando che solo la crescita puo' sostenere il rigore finanziario''. Per questo, ''se il rigorismo e l'austerita' mettono in ginocchio la tenuta sociale e il patrimonio delle nostre imprese costruito in decenni e generazioni di duro lavoro affinche' altri possano fare shopping portandosi a casa i nostri pezzi migliori a prezzi di saldo'', per Squinzi ''la soluzione si trasforma in problema e dobbiamo dire no''.

Altra critica verso l'Europa: ''diventa incomprensibile la rigidita' assoluta della barriera al 3%'', ha lamentato ancora Squinzi, convinto della necessita' di ''modificare il modello di analisi'' perche' ''il rapporto andrebbe tarato sulla ricchezza complessiva della nazione''.

fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia