venerdì 20 gennaio | 15:06
pubblicato il 08/giu/2013 12:00

Ue/ Saccomanni: Bce fatto misure che riducono rischio disastri

"Nel caso economia e inflazione dovessero cambiare"

Ue/ Saccomanni: Bce fatto misure che riducono rischio disastri

Venezia, 8 giu. (askanews) - "Quello che e' stato fatto dalla Bce e' molto importante. Se oggi non c'e' piu' il 'cigno nero', si deve all'intervento della Bce, che e' stata in grado di introdurre una serie di misure che riduranno il rischio di gravi disastri, nel caso in cui l'economia e la situazione inflazionistica dovessero cambiare". A dirlo il ministro dell'economia, Fabrizio Saccomanni nel suo intervento al Consiglio per le relazioni Italia-Usa a Venezia. L'ex dg di Bankitalia, ha sottolineato le azioni fatte dall'Eurotower che "vanno in una situazione favorevole rispetto altrove". Per Saccomanni, poi, la crisi attuale "e' piu' complessa di quella del 1929"; "magari - ha aggiunto - e' meno grave come conseguenze economiche o disoccupazionali, ma il fatto che non siamo ancora usciti da una crisi iniziata nel 2007 e che anche negli Usa ci siano temi irrisolti, dimostra che ha colpito l'Occidente". Il ministro dell'economia ha ricordato che l'Europa ha fatto molto e oggi ha "un sistema chiaro e completo di governance economica", attraverso sistemi e procedure di vigilanza reciproca che "garantiscano che gli errori del passato non vengano ricompiuti, anche in termini di finanza pubblica". Anche l'unione bancaria e' stato un obiettivo importante perseguito dall'Eurotower "che e' un progetto centrale" e che "non e' di semplice realizzazione", ma su cui "abbiamo fatto grossi passi avanzati" e la sorveglianza bancaria, che "e' a buon punto e sara' introdotta fra poco tempo". Per Saccomanni e' necessario "rassicurare la comunita' finanziaria internazionale dicendo loro che il sistema bancario europeo non e' cosi' negativo come viene detto. La sensazione che il sistema bancario europeo sia sottocapitalizzato- ha proseguito - troppo debole e non trasparente e' una grossa esagerazione", e che anche l'Italia e' pronta "a operare dentro la vigilanza europea". "L'Fmi - ha concluso - ha condotto un'analisi sul sistema bancario italiano e ha mostrato come sia capitalizzato e in grado di resistere a scossoni. Ovviamente ci sono problemi in singoli istituti, ma l'idea di una debolezza diffusa e' sopravvalutata".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
Delrio: "Proporrò sconti sugli abbonamenti del trasporto locale"