domenica 26 febbraio | 02:14
pubblicato il 11/apr/2014 09:25

Ue: risoluzione crisi bancarie non prevede eccezioni per uso Ela (FT)

(ASCA) - Roma, 11 apr 2014 - Il meccanismo europeo di risoluzione delle crisi bancarie non includera' alcuna eccezione sull'uso delle cosidette Ela, le linee di liquidita' di emergenza da parte delle banche centrali.

Sfuma, al momento, una delle richieste della Gran Bretagna che, nell'ambito delle procedure per i salvataggi delle banche in crisi spingeva affinche' le regole del ''bail-in'', salvataggio della banca a carico di azionisti e creditori della banca, non scattassero automaticamene ma lasciassero un margine di flessibiita' alle banche centrali nazionali della Ue.

Nei fatti, Londra chiedeva di consentire alla Banca di Inghilterra, con la garanzia del Tesoro, di fornire liquidita' di emergenza alla banca in crisi senza far scattare a procedura di ''bail-in''. Lo scrive il Financial Times. Secondo il quotidiano il tentativo britannico per cambiare le regole e' stato bloccato da Olanda, Finlandia e Repubblica Ceca. Anche la Germania era contraria.

A questo punto, per Londra sara' difficile cambiare la direttiva europea su questo tema, poiche' occorre il voto unanime dei 28 membri dell'Unione.

men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech