venerdì 20 gennaio | 22:01
pubblicato il 13/giu/2016 13:30

Ue, Padoan vede collega slovacco Kazimir. Priorità Italia è lavoro

Colloqui hanno toccato governance Ue, lotta evasione, investimenti

Ue, Padoan vede collega slovacco Kazimir. Priorità Italia è lavoro

Roma, 13 giu. (askanews) - Creazione di posti di lavoro. governance Ue, lotta all'evasione fiscale, investimenti, Unione bancaria. Questi i temi principali toccati a Bratislava nell'incontro bilaterale tra il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan e il ministro delle finanze della repubblica slovacca Peter Kazimir nel quale si sono affrontati anche gli scenari legati a una possibile uscita del Regno Unito dall'Unione Europea.

La Repubblica Slovacca assumerà la presidenza di turno dell'Unione europea nel prossimo semestre, dall'1 luglio al 31 dicembre, e il bilaterale sarà una opportunità per confrontarsi sull'agenda dell'Ecofin e in particolare sulle proposte che stanno a cuore al governo italiano.

"La crescita in Europa e in Italia - ha detto Padoan dopo l'incontro, secondo quanto riportato dal Mef - è insoddisfacente, la creazione di posti di lavoro è la priorità del governo italiano. Le istituzioni europee devono essere più sensibili a crescita e occupazione, oltre che a integrazione e stabilità".

Padoan ha poi osservato che "serve impegno politico per migliorare la governance europea: con Kazimir siamo d'accordo che l'Europa dev'essere parte dellla soluzione e non parte dei problemi dei cittadini europei. Perché ciò avvenga è necessario migliorare la governance e quindi ci vuole un impegno politico condiviso".

"Nel corso dell'incontro con il ministro Kazimir - ha proseguito Padoan - abbiamo toccato vari temi, a partire dalla lotta all'evasione fiscale ma più in generale siamo d'accordo che serva un regime condiviso in materia tributaria. L'Italia intende portare avanti la voce dell'Europa nell'ambito del G20 per costruire soluzioni globali all'evasione internazionale. Più efficacia nel contrasto all'evasione significa disporre di più risorse complessivamente, che consentono di trovare un equilibrio migliore facendo pagare individualmente meno tasse".

Quanto poi agli investimenti, elemento importante della domanda aggregata, il ministro dell'Economia ha aggiunto: "abbiamo poi parlato di come si può rafforzare la strategia europea per gli investimenti, e quindi come usare al meglio il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS o EFSI) collegato al piano Juncker".

Ultimo, non in ordine d'importanza, tra i temi trattati, lo schema di assicurazione contro la disoccupazione ciclica. "Si tratta - ha concluso Padoan - di uno strumento per intervenire nei paesi che affrontano difficoltà temporanee. In una unione monetaria non si possono gestire crisi economiche tramite il tasso di cambio e quindi c'è il rischio che gli aggiustamenti si concentrino sul mercato del lavoro. Risorse comuni e temporanee permettono di mitigare gli effetti di una crisi. Certo, accanto a a questa dimensione anticiclica c'è una dimnesione strutturale sulla quale occorre lavorare per ridurre la disoccupazione, fra i giovani".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4