venerdì 20 gennaio | 07:06
pubblicato il 09/apr/2014 13:45

UE: no tetti a compensi manager ma su stipendi diritto voto soci (1 upd)

UE: no tetti a compensi manager ma su stipendi diritto voto soci (1 upd)

(ASCA) - Roma, 9 apr 2014 - I compensi dei manager delle societa' europee dovranno essere approvati dai soci ma non ci saranno tetti prestabiliti sugli stipendi dei capi azienda.

La Commissione europea ha varato oggi una serie di misure per rafforzare la governance delle circa 10 mila societa' quotate sui mercati azionari dell'UE e tra le principali novita' l'introduzione, per la prima volta a livello europeo, del diritto di voto degli azionisti sulle retribuzioni.

''Oggi la scarsa correlazione tra le remunerazioni e i risultati di gestione incoraggia una dannosa tendenza alla programmazione a breve termine'' si legge in un comunicato di Bruxelles. ''Le proposte obbligherebbero le societa' a pubblicare informazioni trasparenti, comparabili ed esaurienti sulle loro politiche retributive e sulle relative modalita' di attuazione''. A livello dell'UE non sarebbe previsto alcun vincolo in relazione all'importo massimo delle retribuzioni, ma ogni societa' sarebbe tenuta a sottoporre al voto vincolante degli azionisti la propria politica retributiva, che dovrebbe peraltro fissare un tetto alla remunerazione degli amministratori. La politica delle retribuzioni dovrebbe inoltre illustrare le modalita' di tutela degli interessi e della sostenibilita' a lungo termine della societa' e spiegare come si sia tenuto conto delle retribuzioni e delle condizioni di lavoro dei dipendenti nella determinazione della politica stessa, in particolare giustificando la proporzione tra gli stipendi dei dipendenti e quelli degli amministratori.

''Gli ultimi anni hanno dimostrato a piu' riprese - afferma il commissario al mercato interno e servizi Michel Barnier - che una visione miope concentrata sul breve termine danneggia l'economia e le imprese europee. Un buon governo societario puo' contribuire a invertire questa tendenza. Le proposte di oggi incoraggeranno gli azionisti a impegnarsi maggiormente nelle societa' in cui investono e ad adottare una prospettiva di piu' lungo periodo. A tal fine, essi devono poter esercitare un controllo adeguato sulla dirigenza, con la possibilita' di esprimere un voto vincolante sulle remunerazioni. A mio avviso e' prioritario che il diritto societario offra alle PMI europee un quadro di riferimento efficace affinche' possano operare e crescere. La societa' unipersonale di diritto europeo aiutera' gli imprenditori a ridurre i costi e ad organizzare le loro attivita' all'estero''.

Le proposte della Commissione Europea si prefiggono di agevolare gli azionisti nell'esercizio dei loro attuali diritti sulle societa' e di rafforzare questi diritti, ove necessario. Si garantirebbe cosi' un maggiore impegno degli azionisti e un miglior controllo sulla dirigenza che dovrebbe dar conto del suo operato e agire nell'interesse a lungo termine della societa'. Una prospettiva piu' lungimirante crea migliori condizioni operative per le societa' quotate, accrescendo la loro competitivita'. Gli elementi principali della proposta impongono agli investitori istituzionali e ai gestori di attivi obblighi di trasparenza piu' rigorosi in materia di politiche di investimento e di impegno nelle societa' in cui investono, istituendo un quadro per facilitare l'identificazione degli azionisti, in modo che possano esercitare piu' agevolmente i loro diritti, ad esempio i diritti di voto, in particolare in contesti transfrontalieri (il 44% degli azionisti risiede in un altro Stato membro o fuori dai confini dell'UE). I consulenti in materia di voto dovrebbero inoltre garantire una maggiore trasparenza delle metodologie utilizzate per l'elaborazione delle raccomandazioni di voto e delle modalita' di gestione dei loro conflitti di interessi.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale