sabato 10 dicembre | 23:52
pubblicato il 19/nov/2013 16:56

Ue: l'Europarlamento approva il bilancio settennale (2 Update)

(ASCA) - Bruxelles, 19 nov - Con 537 voti a favore, 126 contrari e 19 astenuti l'Aula del Parlamento europeo ha approvato la proposta di bilancio settennale dell'Ue (Mff 2014-2020). ''Il voto di oggi e' estremamente importante, perche' grazie all'approvazione del Parlamento europeo l'Ue potra' iniziare a erogare le risorse in tempo, a partire dall'1 gennaio 2014'', il commento del presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz. In base al testo per i prossimi sette anni l'Ue avra' 960 miliardi di impegni di spesa. Gli impegni sono cosi' ripartiti: 372,2 miliardi per la gestione delle risorse naturali, 325,1 miliardi per la coesione territoriale, economica e sociale, 125,6 miliardi per competitivita', crescita e occupazione, 61,4 miliardi per i costi amministrativi, 58,7 miliardi per l'azione esterna dell'Ue, 15,7 miliardi per giustizia e sicurezza. Previsto un meccanismo di flessibilita', vale a dire la possibilita' di spostare i fondi non corrisposti (stanziamenti di pagamento) e gli impegni di spesa, da un anno all'altro e da un capitolo di spesa all'altro, al fine di ''garantire che i fondi del bilancio Ue siano utilizzati nelle situazioni in cui la necessita' e' maggiore, soprattutto in vista della diminuzione dei bilanci annuali''.

Prevista inoltre una 'clausola di revisione', in base alla quale il Parlamento europeo chiedera' alla Commissione di presentare, nel 2016, un'analisi per rivedere il funzionamento del bilancio UE a lungo termine, ''tenendo conto delle circostanze economiche del momento''. La revisione dovra' essere accompagnata da una proposta legislativa. Infine si prevede la formazione di un gruppo di lavoro di alto livello sulle cosi' dette ''risorse proprie'' dell'Unione europea, con l'obiettivo di riformulare gli accordi sulle fonti di finanziamento dell'Ue. Attualmente l'Ue funziona grazie ai bilanci degli stati nazionali: ogni paese mette una quota per il bilancio dell'Ue. L'idea e' creare un bilancio Ue autonomo, cosi' da evitare al ricorso degli stati membri in qualunque momento. Cio', e' stato ricordato dal Parlamento in occasione del voto, ''vista la complessita' del sistema finanziario corrente, ricco di eccezioni, sconti, forme di finanziamento diverse e dipendenza dai budget nazionali''. Il quadro finanziario pluriennale 2014-2020 approvato oggi tornero' all'attenzione del Consiglio Ue per il voto definitivo e la definitiva approvazione. Il Consiglio dovrebbe approvare l'Mff, senza dibattito, in occasione del consiglio Competitivita' del 2 dicembre. bne/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina