martedì 28 febbraio | 15:38
pubblicato il 18/dic/2013 12:41

Ue: Eurostat, 41% persone usa internet con PA. Italia penultima

(ASCA) - Roma, 18 dic - L'Italia non e' la patria dell'e-government, l'interazione informatica tra cittadini e settore pubblico (dichiarazione dei redditi, richeste di documenti; richieste di sussidi di disoccupazione, iscrizioni all'universita') viaggia ai minimi termini se comparata con i livelli dell'Unione europea. E' quanto emerge dai numeri diffusi oggi da Eurostat. Nella Ue, che comprende 28 paesi, mediamente il 41% delle persone usa internet per interagire con le amministrazioni pubbliche (PA).

Al top i danesi, ben l'85% utilizza internet per sbrigare pratiche con l'amministrazione pubblica, poi gli olandesi (79%), svedesi (78%), Finlandesi (69%). Piu' indietro Fracia (60%), Germania (49%) e Spagna (44%).In Italia interagiscono con l'amministrazione pubblica appena il 21% degli individui, peggio solo la Romania al 5%.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit può costare cara all'Italia sul contibuto al bilancio Ue
Inflazione
L'inflazione accelera, a febbraio all'1,5% ai massimi da 4 anni
Taxi
Taxi, Cgia Mestre: in Italia i costi di gestione più alti dell'Ue
Generali
Generali, Donnet: le prospettive sui conti vanno benissimo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech