domenica 04 dicembre | 07:36
pubblicato il 18/dic/2013 12:41

Ue: Eurostat, 41% persone usa internet con PA. Italia penultima

(ASCA) - Roma, 18 dic - L'Italia non e' la patria dell'e-government, l'interazione informatica tra cittadini e settore pubblico (dichiarazione dei redditi, richeste di documenti; richieste di sussidi di disoccupazione, iscrizioni all'universita') viaggia ai minimi termini se comparata con i livelli dell'Unione europea. E' quanto emerge dai numeri diffusi oggi da Eurostat. Nella Ue, che comprende 28 paesi, mediamente il 41% delle persone usa internet per interagire con le amministrazioni pubbliche (PA).

Al top i danesi, ben l'85% utilizza internet per sbrigare pratiche con l'amministrazione pubblica, poi gli olandesi (79%), svedesi (78%), Finlandesi (69%). Piu' indietro Fracia (60%), Germania (49%) e Spagna (44%).In Italia interagiscono con l'amministrazione pubblica appena il 21% degli individui, peggio solo la Romania al 5%.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari