martedì 24 gennaio | 02:40
pubblicato il 18/dic/2013 12:41

Ue: Eurostat, 41% persone usa internet con PA. Italia penultima

(ASCA) - Roma, 18 dic - L'Italia non e' la patria dell'e-government, l'interazione informatica tra cittadini e settore pubblico (dichiarazione dei redditi, richeste di documenti; richieste di sussidi di disoccupazione, iscrizioni all'universita') viaggia ai minimi termini se comparata con i livelli dell'Unione europea. E' quanto emerge dai numeri diffusi oggi da Eurostat. Nella Ue, che comprende 28 paesi, mediamente il 41% delle persone usa internet per interagire con le amministrazioni pubbliche (PA).

Al top i danesi, ben l'85% utilizza internet per sbrigare pratiche con l'amministrazione pubblica, poi gli olandesi (79%), svedesi (78%), Finlandesi (69%). Piu' indietro Fracia (60%), Germania (49%) e Spagna (44%).In Italia interagiscono con l'amministrazione pubblica appena il 21% degli individui, peggio solo la Romania al 5%.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4