mercoledì 22 febbraio | 03:37
pubblicato il 26/feb/2016 16:00

Ue: elevato debito Italia è fonte di vulnerabilità sull'economia

E piani di privatizzazioni potrebbero subire ritardi

Ue: elevato debito Italia è fonte di vulnerabilità sull'economia

Roma, 26 feb. (askanews) - L'elevata incidenza del debito pubblico dell'Italia sul Pil, combinata al deterioramento della competitività e della crescita della produttività, "continua ad essere una fonte di vulnerabilità per l'economia". Lo afferma la commissione europea nel capitolo sull'Italia del rapporto sugli squilibri economici dei Paesi Ue.

"Il rapporto debito-Pil dovrebbe toccare il massimo a circa il 133 per cento nel 2015 per poi diminuire nel 2016 e nel 2017 grazie alla prevista ripresa associata a un ulteriore calo del tasso d'interesse sul debito. L'avanzo primario strutturale dovrebbe tuttavia peggiorare - rileva Bruxelles - rallentando il ritmo di riduzione del debito sottostante. Inoltre, i piani di privatizzazione potrebbero subire ritardi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Taxi
Taxi, Nencini: sindacati d'accordo per sospendere proteste
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia