mercoledì 07 dicembre | 16:03
pubblicato il 26/feb/2016 16:00

Ue: elevato debito Italia è fonte di vulnerabilità sull'economia

E piani di privatizzazioni potrebbero subire ritardi

Ue: elevato debito Italia è fonte di vulnerabilità sull'economia

Roma, 26 feb. (askanews) - L'elevata incidenza del debito pubblico dell'Italia sul Pil, combinata al deterioramento della competitività e della crescita della produttività, "continua ad essere una fonte di vulnerabilità per l'economia". Lo afferma la commissione europea nel capitolo sull'Italia del rapporto sugli squilibri economici dei Paesi Ue.

"Il rapporto debito-Pil dovrebbe toccare il massimo a circa il 133 per cento nel 2015 per poi diminuire nel 2016 e nel 2017 grazie alla prevista ripresa associata a un ulteriore calo del tasso d'interesse sul debito. L'avanzo primario strutturale dovrebbe tuttavia peggiorare - rileva Bruxelles - rallentando il ritmo di riduzione del debito sottostante. Inoltre, i piani di privatizzazione potrebbero subire ritardi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni