venerdì 02 dicembre | 19:20
pubblicato il 29/dic/2011 19:13

Ue/ Draghi: In dieci anni euro è diventato un simbolo d'Europa

"Banconote e monete sono ormai parte nostra vita quotidiana"

Ue/ Draghi: In dieci anni euro è diventato un simbolo d'Europa

Roma, 29 dic. (askanews) - L'euro è diventato in dieci anni uno dei simboli dell'Europa. Lo sottolinea il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, secondo cui "l'euro è divenuto uno dei simboli dell'Europa e le banconote e monete sono ormai parte della nostra vita quotidiana". "Dieci anni fa, il primo gennaio 2002 - afferma Draghi in un messaggio sul sito della Bce per l'anniversario della moneta unica - in 12 Stati membri dell'Unione europea sono state introdotte le banconote e le monete in euro: una sfida senza precedenti, portata a termine senza difficoltà". "Miliardi di banconote e monete - aggiunge il numero uno dell'Eurotower - sono entrati in circolazione in pochi giorni. Negli ultimi anni, altri 5 Stati membri hanno adottato la moneta unica, che oggi è utilizzata complessivamente da 17 paesi dell'Ue, ossia da 332 milioni di persone".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Censis
Censis: ko economico giovani,più poveri di coetanei di 25 anni fa
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari