lunedì 05 dicembre | 06:06
pubblicato il 21/giu/2013 12:00

Ue/ Direttiva tabacco, ministri dei 27 in cerca del compromesso

Non passa divieto sigarette 'slim' e 'warning' su 75% pacchetti

Ue/ Direttiva tabacco, ministri dei 27 in cerca del compromesso

Lussemburgo, 21 giu. (askanews) - La presidenza irlandese di turno del Consiglio Ue cercherà oggi a Lussemburgo di conseguire il sostegno di una maggioranza qualificata di Stati membri alla nuova proposta di direttiva sul tabacco, che imprime un giro di vite alle politiche anti fumo. La presidenza ha messo sul tavolo del Consiglio dei ministri della Salute dei Ventisette (per l'Italia c'è Beatrice Lorenzin) un testo di compromesso con alcune sostanziali modifiche alla proposta di direttiva, che vanno soprattutto nel senso di ammorbidire alcune delle nuove norme più severe. In particolare, due disposizioni della proposta presentata originariamente dalla Commissione europea sembrano non avere alcuna 'chance' di passare: il divieto delle sigarette 'slim' (che praticamente non vuole nessuno, tranne l'Irlanda) e l'aumento delle dimensioni delle etichette adesive con il 'warning'(gli avvertimenti sui rischi del fumo per la salute), fino a coprire il 75% della superficie dei pacchetti di sigarette. Secondo fonti del Consiglio, sul 'warning' non c'è maggioranza qualificata favorevole né al 75%, né a dimensioni inferiori al 65%, per cui la presidenza di turno propone il 70%. Altri elementi controversi riguardano gli obblighi di tracciabilità dei pacchetti (si propone di estenderla fino all'utilizzatore finale, oggi si arriva solo fino al primo acquirente), il divieto di additivi e aromatizzanti usati nelle sigarette per renderne più gradevole il sapore e aumentare l'assuefazione (una proposta prevede che la Commissione pubblichi una 'lista positiva' degli additivi ammessi, vietando tutti gli altri), l'obbligo di pubblicare in etichetta la lista degli ingredienti (per alcuni dei quali i produttori vogliono invece salvaguardare il segreto commerciale), l'eventuale divieto delle confezioni con meno di 20 sigarette (che è già applicato in 14 Stati membri), e infine l'eventuale intervento su forma e presentazione dei pacchetti, sempre con il fine di ridurne il potenziale attrattivo soprattutto nei riguardi dei giovani.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari