lunedì 20 febbraio | 05:32
pubblicato il 27/feb/2014 15:24

Ucraina: Lagarde, nei prossimi giorni missione a Kiev per aiuti

Ucraina: Lagarde, nei prossimi giorni missione a Kiev per aiuti

(ASCA) - Roma, 27 feb 2014 - Nei prossimi giorni una missione dell'Fmi sara' a Kiev per un dialogo preliminare con le autorita' ucraine. Lo ha annunciato il direttore del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, in una nota, confermando la richiesta di aiuti economici dall'Ucraina.

''Le autorita' ucraine - ha detto la Lagarde - mi hanno informato oggi di una richiesta di sostegno da parte dell'Fmi. Siamo pronti a rispondere e, nei prossimi giorni, invieremo una squadra di inchiesta del Fondo a Kiev per intraprendere un dialogo preliminare con le autorita'. Cio' consentira' all'Fmi di effettuare la sua solita valutazione tecnica indipendente della situazione economica in Ucraina e, allo stesso tempo, cominciare a discutere con le autorita' delle riforme politiche che potrebbero costituire la base di un programma sostenuto dal Fondo''. ''Stiamo anche discutendo con tutti i nostri partner internazionali - ha concluso la Lagarde - il modo migliore per aiutare l'Ucraina in questo momento critico della sua storia. A questo proposito, siamo incoraggiati dalle molte dichiarazioni di sostegno che sono state espresse''.

sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia