giovedì 23 febbraio | 20:30
pubblicato il 13/mar/2013 16:38

UAI: accordo con Moschino per utilizzo insegna 'Maison Moschino'

(ASCA) - Roma, 13 mar - Unione Alberghi Italiani comunica che la controllata Andilon ha sottoscritto oggi un accordo con Moschino, controllata da Aeffe, societa' del lusso, detentrice dei marchi Alberta Ferretti, Moschino, Pollini, Ungaro, Cedric Charlier, per l'utilizzo dell'insegna ''Maison Moschino'' e del layout che caratterizza il design dell'hotel Maison Moschino a Milano.

''Siamo orgogliosi di lavorare con Moschino, un marchio riconosciuto nel mondo della moda per lo stile particolare, l'originalita' e le peculiarita' delle proprie creazioni - spiega Andrea Rozzi Amministratore Delegato di Unione Alberghi Italiani e Amministratore Unico di Andilon -, il nostro obiettivo e' far crescere la notorieta' del nome Maison Moschino attraverso la possibile apertura di nuove strutture alberghiere in Italia e oltre confine. L'obiettivo di UAI e' di ampliare l'offerta nel settore degli hotel di design o hotellerie di lusso''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech