domenica 22 gennaio | 03:28
pubblicato il 19/mar/2014 12:48

Turismo: WTTC, previsioni 2014 Italia positive, sia priorita' governo

Turismo: WTTC, previsioni 2014 Italia positive, sia priorita' governo

(ASCA) - Roma, 19 mar 2014 - Nel 2013 il contributo diretto di viaggi e turismo all'economia italiana e' diminuito dell'1,6% ma per quest'anno le previsioni del settore sono in crescita e superiori agli altri comparti dell'economia italiana. E' quanto dichiara David Scowsill, presidente e amministratore delegato del Consiglio mondiale dei viaggi e del turismo (WTTC), illustrando i dati dell'organizzazione internazionale a cui aderiscono i principali stakeholder globali, relativi all'impatto economico annuale e alle previsioni per l'Italia. Il Report sull'impatto economico annuale del WTTC per il nostro paese indica nel 2013 un contributo al Pil italiano derivante da viaggi e turismo pari al 10,3%, percentuale comunque tra le piu' elevate tra i Paesi membri del G20.

Secondo David Scowsill il 2014 dovrebbe essere migliore, con un contributo dal settore previsto in crescita del 2,1%.

''Il 2013, in Europa, e' stato un anno molto variegato. Paesi come Russia, Turchia e Gran Bretagna hanno registrato una crescita positiva. Ma le misure all'insegna dell'austerity adottate in alcuni Paesi membri del G20 come Francia, Germania e Italia, hanno inciso negativamente su viaggi e turismo. Comunque, ora che il recupero nell'Eurozona risulta avviato, un numero maggiore di cittadini europei dovrebbe effettuare viaggi nazionali e regionali, nel corso dell'anno'', afferma Scowsill, che consiglia al governo italiano di avviare iniziative per incrementare il contributo economico di viaggi e turismo in Italia, aumentando cosi' anche il numero di posti di lavoro. ''Il settore viaggi e turismo e' una fabbrica di posti di lavoro straordinaria, soprattutto tra i giovani - sottolinea - una componente cruciale visti gli alti livelli di disoccupazione giovanile.

Il governo italiano dovrebbe concentrarsi sulla promozione di politiche in grado di garantire all'Italia un aumento degli arrivi di turisti internazionali, delle strutture ricettive e dei posti di lavoro''. La ricerca del WTTC evidenzia anche la portata del settore viaggi e turismo in tutto il mondo: nel 2013, il settore ha contribuito per 7mila mld di dollari all'economia globale, con una crescita prevista del 4,2% nel 2014. Il contributo complessivo del settore viaggi e turismo all'occupazione, inclusi i posti di lavoro indirettamente supportati, e' stato pari a 266 milioni di posti di lavoro (l'8,9% dell'occupazione totale) - un posto di lavoro su 11 rispetto a tutti quelli esistenti sul pianeta. Nel 2014 e' prevista una crescita complessiva del settore pari al 4,3%.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4