venerdì 20 gennaio | 23:55
pubblicato il 07/giu/2016 09:28

Turismo: tunnel Gottardo, Milano-Zurigo sempre più vicine

La nuova tratta riduce di mezzora il viaggio in treno

Turismo: tunnel Gottardo, Milano-Zurigo sempre più vicine

Milano (askanews) - Milano Zurigo sempre più vicine: con l'inaugurazione della galleria di base del Gottardo - che con i suoi 57 chilometri è ora il tunnel ferroviario più lungo del mondo - le due città guardano ad un ulteriore sviluppo delle relazioni e degli scambi di affari; e anche dei flussi turistici. Lucia Filippone responsabile del mercato italiano di Zurigo Turismo: "Nel 2015 abbiamo avuto 100.000 arrivi da parte del mercato italiano, per lo più dal nord Italia. E chiaramente con l'apertura del san Gottardo ci aspettiamo degli arrivi maggiori da parte del nord Italia".

A partire dall'11 dicembre 2016, il tunnel del Gottardo collegherà Zurigo e Milano in tre ore e mezza di treno: trenta minuti in meno rispetto al vecchio percorso, un viaggio che scenderà a tre ore a partire dal 2020, con il completamento della galleria di base del Monte Ceneri.

Isabella Ignacchiti Drueke, di Swiss Travel System spiega così le previsioni di sviluppo della tratta: "Il trasporto passeggeri aumenterà dagli attuali 9.000 passeggeri al giorno, e considerando anche l'apertura del tunnel del Ceneri, fino a 15mila passeggeri al giorno; e aumenteranno di anno in anno. Anche per il traffico merci lo sviluppo sarà molto importante: attualmente abbiamo 180 treni merci che viaggiano giornalmente su questa tratta, e grazie al tunnel e all'efficienza di questa costruzione arriveranno ad essere fino a 210 treni merci al giorno".

Per Zurigo, più che della conclusione di un grande progetto infrastrutturale, l'apertura del collegamento veloce del san Gottardo segna quindi l'inizio di una nuova fase. E anche dal punto di vista turistico si apre l'opportunità di allargare l'attrattiva della città nei confronti del mercato italiano. "Dobbiamo un po' cambiare l'idea che Zurigo sia solo una destinazione di affari, con le sue banche. - dice Filippone - E' chiaro lo è durante la settimana. Ma durante il week end abbiamo dei prezzi molto buoni e sicuramente siamo una città che offre tantissima cultura e tantissima arte. Non abbiamo solo banche, ma molto di più. Abbiamo ad esempio più di cinquanta musei, più di cento gallerie d'arte. Abbiamo il teatro dell'Opera, concerti, abbiamo manifestazioni temporanee e manifestazioni fisse".

Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4