domenica 19 febbraio | 15:46
pubblicato il 10/set/2014 12:04

Turismo: Montanari, vero tema Expo e' ''nutrire il pianeta''

(ASCA) - Roma, 10 set 2014 - Mancano pochi mesi all'Expo di Milano, ed i riflettori sono puntati sempre di piu' sugli aspetti commerciali e sulle opportunita' che il grande evento aprira' alle produzioni agroalimentare italiane. Ma non dobbiamo mai dimenticare il vero grande tema dell'Esposizione: ''Nutrire il Pianeta'', una sfida storica e culturale che, comunque, ha molto a che vedere con la straordinaria esperienza enogastronomica, sedimentata nei secoli, del Belpaese, come racconta a WineNews il professor Massimo Montanari, docente all'Universita' di Bologna e tra i massimi storici al mondo di cultura enogastronomica.

''Io penso che attorno all'Expo - spiega Montanari - ci siano dei grandi equivoci. C'e' una missione di contenuto che e' il tema su cui Milano e l'Italia hanno ottenuto la designazione, con l'obiettivo di fare una riflessione su come nutrire il pianeta, che e' un tema di storia sociale che riguarda il futuro dell'umanita'. Poi c'e' un'interpretazione riduttiva, in chiave di vetrina per il made in Italy e per i nostri prodotti, ed e' chiaro che queste due cose non stanno insieme. O meglio, potrebbero anche stare insieme, se intendessimo il tema della cultura del cibo italiano non in modo semplice e volgare, come andare a vendere i nostri prodotti, ma con una riflessione culturale su quale sia il senso della cucina italiana da un punto di vista storico''.

''Io credo che la ricchezza della nostra cultura gastronomica - continua il professore - stia nella sua varieta', ossia in quella che mi piace chiamare ''la grande biodiversita' culturale del nostro patrimonio gastronomico'', frutto di un ambiente molto vario e di una storia particolarmente ricca, dove si sono incontrate culture diverse e dove si sono stratificate storie di popoli differenti. Con l'Expo tutto questo c'entra molto, almeno a livello ideale, nel senso che affrontare il tema di come nutrire il pianeta credo che voglia dire non tanto nutrire gli altri, quanto imparare a nutrirsi, diffondendo presso le varie culture una consapevolezza del fatto che nutrirsi bene dipende dal controllo delle risorse del proprio territorio. Come dice un vecchio detto cinese: ''se un povero ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare''. Il segreto di nutrire il pianeta non sta nella multinazionale che ti regala il cibo a basso prezzo, ma nel saper sviluppare una consapevolezza democratica di uso delle risorse da parte delle societa' che le gestiscono''.

com-ram ---- (ASCA) - Roma, 10 set 2014 - ''Con il made in Italy, apparentemente, non c'entra nulla, ma la lezione che viene dalla storia dell'Italia e' che questa ricchezza di risorse e di cultura, tanto piu' e' diversificata, tanto piu' e' interessante e ricca, e costituisce un patrimonio difficile da scalfire'', dice Montanari. E questo non vuol dire che il messaggio da portare al mondo debba essere necessariamente ''mangiate italiano'' quanto, piuttosto, parlare dell'esperienza storica dell'Italia, in cui c'e' sempre stata un'attenzione particolare per il cibo, che abbiamo saputo sviluppare mantenendo la diversita' ed i saperi legati al territorio.

Sono discorsi utopistici - conclude Montanari - che cozzano con le dinamiche e le necessita' dell'industria agroalimentare, pero' dietro c'e' un discorso interessante rispetto al grande tema di nutrire al pianeta: impariamo ad usare le nostre risorse, senza aspettare che qualcuno ce le regali''.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia