giovedì 19 gennaio | 10:40
pubblicato il 31/lug/2014 13:18

Turismo: Federalberghi, su denaro contante ennesima beffa alle imprese

(ASCA) - Roma, 31 lug 2014 - ''La rinuncia a modernizzare le regole che disciplinano l'utilizzo del denaro contante da parte dei turisti stranieri costituisce l'ennesima beffa per le imprese del turismo''. Lo afferma in una nota Federalberghi, sottolineando come ''come una novella Penelope, che durante la notte disfaceva la tela che aveva tessuto il giorno precedente, il Governo propone alla Camera dei Deputati di abrogare le norme che il Senato ha approvato qualche giorno fa su iniziativa del Governo stesso''.

''Il maxiemendamento al decreto competitivita' che il Senato ha approvato il 28 luglio su proposta del Governo - spiega Federalberghi - ha stabilito che ogni cittadino europeo puo' applicare in Italia la medesima regola vigente nel proprio Paese. Due giorni dopo, alla Camera, assistiamo ad un clamoroso dietrofront, che assesta un duro colpo alla competitivita' dell'offerta turistica italiana sui mercati internazionali''. Per la Federazione delle associazioni italiane alberghi e turismo, ''se la decisione sara' confermata, l'Italia - con un limite di spesa di mille euro - restera' il fanalino di coda dei Paesi dell'Ue''. I paesi concorrenti, ''che non pongono limiti all'uso del contante o adottano regole molto piu' elastiche, ringraziano e, increduli, ridacchiano del nostro autolesionismo'', e' ancora il commento di Federalberghi, che conclude evidenziando come sia ''inspiegabile l'ostinazione con la quale ci si arrocca nel fortino del proibizionismo, a maggior ragione se si pensa che questa misura non avrebbe nessun costo per l'erario e che attirerebbe risorse dall'estero verso l'Italia''. ''Invece di tentare di imporre al mercato divieti anacronistici, sarebbe bene adottare soluzioni che favoriscano la diminuzione delle commissioni applicate dalle carte di credito agli esercenti e concentrarsi sulle misure che possono aumentare l'appetibilita' della destinazione Italia'', e' l'appello finale di Federalberghi che ricorda ''ai piu' distratti, che parlano a sproposito di emersione, che la misura non riguarderebbe i cittadini italiani e che uno studio della Banca d'Italia ha dimostrato che l'economia sommersa non risulta sufficiente a spiegare il basso utilizzo di strumenti di pagamento elettronici''.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina