lunedì 27 febbraio | 07:50
pubblicato il 12/gen/2013 13:33

Turismo: Federalberghi, persi 7 mln pernottamenti e 3 mld giro d'affari

Turismo: Federalberghi, persi 7 mln pernottamenti e 3 mld giro d'affari

(ASCA) - Roma, 12 gen - Nel 2012 sono stati persi 7 milioni di pernottamenti negli alberghi italiani, conseguenti ad un calo di presenze turistiche pari al -2,5%. Lo stima il Centro studi di Federalberghi, secondo cui il comparto ha perso 3 miliardi di giro d'affari e i fatturati sono calati del 10%.

Si tratta di dati, ha spiegato il presidente Bernabo' Bocca, ''sono sicuramente negativi, ma guardando al contesto internazionale c'e' qualcosa che comincia a luccicare in fondo al tunnel. La speranza che dunque auspichiamo - prosegue Bocca - e' di una ripartenza nel 2013 delle spese delle famiglie italiane e straniere orientate al settore, incoraggiata da tariffe ferme da tre anni e proposte commerciali sempre piu' ricche di servizi aggiuntivi''.

Il calo delle presenze alberghiere degli italiani registrato nei dodici mesi del 2012 (rispetto al 2011) e' stato pari ad un -5,4%. Per quanto invece riguarda la componente straniera - prosegue Federalberghi - si e' registrata una crescita pari ad un +1% di pernottamenti. Entrando nel dettaglio mensile, gli italiani hanno fatto segnare indicatori negativi per nove mesi su dodici ad eccezione di marzo (0%), novembre (addirittura +8%) e dicembre (+0,1%). Gli stranieri hanno segnato solo tre mesi di trend negativo (aprile, giugno e settembre), inanellando invece incrementi record a febbraio (+9,7%), gennaio (+9,2%), marzo (+8,6%) e novembre (+6,6%). Sul fronte dei collaboratori alberghieri il discorso e' piu' articolato. L'organizzazione fa sapere che l'anno 2012 ha chiuso con una diminuzione del 3% di lavoratori occupati, quantificabile nel solo comparto alberghiero in 10 mila unita' ed in qualcosa come 60 mila a livello aggregato di settore. Nel segmento dei lavoratori alberghieri a tempo indeterminato il dato annuo e' stato di -3,1% con picchi che sono andati dal -1,1% a gennaio al -4,8% di ottobre. Nel segmento dei lavoratori alberghieri a tempo determinato il dato annuo e' stato di -2,8% con picchi che sono andati dall'0% di marzo al -6% di dicembre.

com-rba/vlm/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech