domenica 22 gennaio | 23:27
pubblicato il 06/set/2014 12:13

Turismo: Federalberghi, luglio e agosto risultato tristemente negativo

(ASCA) - Roma, 6 set 2014 - ''Da giugno ad agosto il turismo alberghiero italiano ha prodotto un risultato pari a zero rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso''. E' questo il laconico commento del presidente di Federalberghi, Bernabo' Bocca, alla lettura dei risultati dell'indagine congiunturale realizzata dal Centro Studi della Federazione su un numero rappresentativo di strutture alberghiere (l'indagine e' stata svolta dall'1 al 5 di ogni mese intervistando con metodologia casuale internet mediamente 1.607 imprese, distribuite a campione sull'intero territorio nazionale). ''Un risultato tristemente negativo - stigmatizza Bocca - che arriva da anni di risultati negativi assommatisi gli uni agli altri nel tempo e che fa suonare il campanello d'allarme per uno dei principali settori economici del Paese. In piu' per la prima volta nella storia delle statistiche turistiche moderne i due mesi clou dell'anno, luglio ed agosto, hanno rispettivamente chiuso in negativo con un - 0,6% ed un -0,2% di presenze alberghiere''. ''Certo - aggiunge Bocca - nel trimestre estivo si sono succeduti fenomeni meteorologici avversi che hanno sicuramente remato contro le scelte turistiche degli italiani e degli stranieri, ma ormai la stagnazione dei mercati turistici nel Bel Paese e' diventata quasi un fenomeno cronico che va curato con immediatezza e misure non convenzionali''. I numeri parlano di un saldo dei pernottamenti alberghieri pari allo 0% da giugno ad agosto (sul medesimo periodo del 2013) determinato dall'ennesimo calo della domanda italiana (- 0,6%) ed un lievissimo incremento di quella straniera (+0,6%). Secondo Bocca, ''riduzione della pressione fiscale e del costo del lavoro, aumento del massimale per i pagamenti in contante, semplificazione delle procedure per il rilascio dei visti turistici e promozione promozione promozione del Bel Paese nel mondo ed in Italia stessa'': sono le misure ''non convenzionali e indifferibili'' per il rilancio del settore. ''L'auspicio, a questo punto - dice Bocca - e' che almeno una parte degli italiani che non hanno voluto o potuto fare vacanze durante i tipici mesi estivi, colgano le opportunita' tariffarie che il mese di settembre abitualmente offre''. int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4