domenica 19 febbraio | 13:09
pubblicato il 30/set/2014 15:16

Trenitalia, nel 2014 recuperati 3.400 oggetti smarriti sulle Frecce

Nel 93% dei casi e' stato possibile restituire gli oggetti ai proprietari.

(ASCA) - Roma, 30 set 2014 - Dall'inizio del 2014 sono state 3.687 le richieste di ricerca di oggetti smarriti a bordo delle Frecce Trenitalia. Di queste, ben 3.447 (il 93%) sono andate a buon fine e quanto perso e' stato trovato e restituito in poche ore ai legittimi proprietari, grazie allo speciale servizio di recupero attivato nel 2011.

Tra gli oggetti smarriti figurano al primo posto come quantita', costituendo il 48% del totale, le borse e le valige, poi i cellulari, i tablet e i pc che, insieme, sono il 28% degli effetti personali lasciati in treno. Nell'elenco seguono abiti e accessori di abbigliamento (10%), libri e agende (9%), poi occhiali, scarpe, strumenti musicali, sci, fino ad alcuni oggetti curiosi come un quadro d'epoca, un paio di preziosi orecchini, una toga da giudice e addirittura un cagnolino restituito sano e salvo alla padrona.

Gli Uffici di Assistenza Clienti che hanno ricevuto piu' richieste, ossia le stazioni dove sono scesi i clienti ''piu' distratti'', sono, nell'ordine, Roma, con 1015 richieste, Bologna (833), Firenze (601), Milano (444). Seguono Venezia, Torino e Napoli.

com-sen

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: sistema sostenibile, altri vorrebbero copiarlo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia