martedì 06 dicembre | 15:41
pubblicato il 05/dic/2013 14:53

Trenitalia: Moretti, su regionale investiti 3 mld. Impresa non basta

(ASCA) - Roma, 5 dic - ''Le problematiche del trasporto regionale, a partire dall'affollamento nelle ore di punta nelle grandi citta' che e' il vero problema, come impresa le abbiamo affrontate, investendo gia' 3 miliardi di euro ricavati dal contenimento dei nostri costi. Ma lo sforzo dell'impresa da solo non basta''. Lo ha detto l'amministratore delegato di Trenitalia Mauro Moretti oggi alla presentazione del nuovo orario. Per Moretti, che ha ricordato come ''l'Italia ha la spesa pubblica su questo settore piu' bassa d'Europa'', la criticita' del trasporto pubblico trova Trenitalia ''pronta'' a raccogliere la sfida ma ''la soluzione dell'affollamento passa per il potenziamento dell'offerta che puo' decidere e finanziare solo la Regione''. ''Il primo progetto che presentai sul tema - ha aggiunto Moretti - necessitava di 6 miliardi di euro.

Tre li abbiamo investiti noi autofinanziati, in nuovi treni e tecnologia. Gli altri 3 mancano, vediamo anche cosa emergera' nella legge di Stabilita' relativamente alla partita del fondo Tpl''. Il problema va pero' secondo Moretti ''affrontato con concretezza, la prima criticita' si chiama Milano, con 8 milioni di pendolari nell'area metropolitana, la seconda e' Roma, poi Napoli e Torino''. ''Noi comunque non abbiamo compiti di welfare, siamo in un mercato liberalizzato, al welfare ci pensa lo Stato ed ai territori spetta il sostegno della domanda laddove non ci sono i numeri'', ha sottolineato Moretti. L'appuntamento per affrontare globalmente la questione ''e' per una giornata aperta di studio che intendiamo svolgere a meta' febbraio''.

Intanto ''vantiamo ancora crediti scaduti dalle Regioni sull'ordine del miliardo di euro, in ritardo nei pagamenti ci sono Calabria, Piemonte, Campania, la Valle d'Aosta mentre il Lazio sta procedendo regolarmente al piano di rientro''.

Moretti, annunciando negli investimenti altri 100 treni Vivalto a due piani, 88 treni elettrogeni e 40 treni diesel, ha presentato intanto la nuova offerta tecnologica per i clienti del trasporto regionale, come il ticketless ''fatto da casa per eliminare le obliteratrici''. Novita' di integrazione anche per il servizio notturno da Calabria e Sicilia con il network delle Frecce su Roma, e integrazione raggiunta anche con 8 compagnie aeree, finora, un programma di alleanze ''per mettere in rete gli aeroporti''. Prossimi all'accordo altri vettori ''tra cui Alitalia, alla quale auguriamo di risolvere con il suo piano industriale la situazione rappresentando un asset importante per il Paese'', che non vedra' pero' ''il coinvolgimento di Trenitalia'', ha confermato l'amministratore delegato.

gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Fs
Fs: venerdì treni regolari, revocato sciopero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: Germania mercato maturo e complesso
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni