mercoledì 22 febbraio | 07:13
pubblicato il 03/ago/2016 16:21

Trenitalia ha firmato i contratti per nuovi treni regionali

I primi convogli inizieranno a viaggire dal 2019

Trenitalia ha firmato i contratti per nuovi treni regionali

Roma, 3 ago. (askanews) - Trenitalia ha firmato oggi, nella sua sede di Roma, i contratti con Hitachi Rail Italy e Alstom per la fornitura di nuovi treni regionali destinati ai pendolari. Lo rende noto la compagnia in una nota.

Barbara Morgante, amministratore delegato di Trenitalia, insieme a Maurizio Manfellotto ad di Hitachi Rail Italy e Michele Viale ad di Alstom Italia, con l'intesa di oggi ha quindi dato il formale via libera alla produzione dei primi treni regionali che, in base agli accordi quadro, potrà raggiungere complessivamente la quota di 450 convogli: 150 a media capacità e 300 ad alta capacità.

Quella di oggi è la tappa conclusiva della maxi gara, del valore complessivo di oltre 4 miliardi di euro che Trenitalia aveva avviato un anno fa, con il bando pubblicato il primo agosto del 2015. Ad aggiudicarsi il primo lotto è stata l'impresa Alstom: 150 treni a media capacità che ospiteranno fino a 321 posti a sedere. Il secondo lotto è stato affidato all'impresa Hitachi Rail Italy: 300 treni ad alta capacità con un minimo di 465 posti a sedere.

Sull'affidamento del terzo lotto, per la fornitura di treni diesel, l'offerta dell'impresa Stadler è oggetto al momento di ulteriori valutazioni di convenienza da parte di Trenitalia.

I pendolari inizieranno a trarne concreti vantaggi dal 2019, quando i primi convogli cominceranno a circolare e ad assicurare loro una nuova e positiva esperienza di viaggio che costituirà un ulteriore salto di qualità rispetto a quanto già realizzato con le recenti consegne dei Jazz e dei Vivalto.

La prima Regione a beneficiare delle novità sarà l'Emilia Romagna, dove nel 2015 Trenitalia, insieme a Tper, ha vinto la "gara del ferro" e dove sono destinati i primi 86 nuovi treni di Hitachi e Alstom.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia