martedì 28 febbraio | 13:29
pubblicato il 02/apr/2011 16:15

Tremonti/ Sarebbe meglio avere Iri e vecchia Mediobanca

Potrebbero aiutare a voler trattare con 'giganti' come la Cina

Tremonti/ Sarebbe meglio avere Iri e vecchia Mediobanca

Cernobbio (Co), 2 apr. (askanews) - "In questo momento, guardando a come sta cambiando il mondo, per il sistema Italiano sarebbe meglio avere la grande Iri e la vecchia Mediobanca". Lo ha detto oggi il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, in una conferenza stampa tenuta nell'ambito del Workshop Ambrossetti a Cernobbio. L'uscita del ministro si inquadra nel tema della difesa dell'italianità delle imprese strategiche e del relativo decreto emanato dal governo. In un contesto in cui il ruolo delle maggiori banche italiane e della Cdp si potrebbe paragonare a quello che fu delle bin (le banche di interesse nazionale) e dell'Iri. "E' evidente che la concorrenza, i rapporti economici, non sono più per campi nazionali, sono ormai tra blocchi di sistema, da continenti", ha sottolineato Tremonti, che ha poi citato la capacità della Germania di parlare "da gigante" a giganti quali la Cina. "Per noi - ha detto - è più difficile, avendo una quota minore di dimensione di grandi imprese. In questo momento, guardando a come è cambiato il mondo sarebbe meglio avere l'Iri". "Mi rendo conto che dire questo è come violare il tempio del Dio mercato". Ma, ha proseguito il ministro riferendosi sempre ai colossi come la Cina, "se vuoi trattare in questi Paesi forse avere l'Iri non è poi così male. Per noi servirebbe avere la vecchia Mediobanca. Il vecchio sistema italiano in un mondo molto più di mercato di come è adesso aveva l'Iri, aveva la grande Mediobanca, aveva delle strutture capaci di organizzare il sistema. In questa fase nel mondo la competizione è tra giganti e noi continuiamo a fare gli spezzatini. Noi - ha detto il ministro facedo allusione a A2A 'versus' Edf" - mandiamo una ex municpalizzata contro un monopolio pubblico". Tremonti ha naturalmente anche riconosciuto i 'nei' che hanno caratterizzato la vecchia Iri. "Occorre una riflessione. Se si tratta di evitare la vecchia Iri come era prima, benissimo. Se si tratta di pensare a quanto era importante e moralmente utile e fondamentale per il nostro Pese, sì" ha concluso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Brexit
Brexit può costare cara all'Italia sul contibuto al bilancio Ue
Generali
Generali, Donnet: le prospettive sui conti vanno benissimo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech