venerdì 20 gennaio | 19:07
pubblicato il 12/giu/2014 11:42

Trasporto aereo: vettori italiani, attenzione governo sia per tutti

(ASCA) - Marsa Alam, 12 giu 2014 - L'attenzione ed il sostegno, anche nella fase di accompagnamento verso un partner forte come Etihad, dato dal governo al ''soggetto privato'' di Alitalia e' per tutte le altre principali compagnie aeree italiane un aspetto interessante, sempre che sia inteso come disponibile per l'intero settore in difficolta' e non solo per un singolo, seppur grande, player nazionale. E' quanto i vettori italiani, Meridiana, Blue Panorama Airlines e Neos, chiedono all'esecutivo lanciando un messaggio chiaro da Marsa Alam, dove insieme ai principali operatori turistici hanno fatto il punto sul processo di rilancio dei flussi verso il Mar Rosso e l'intero Egitto.

''Nessun commento sulla vicenda Alitalia - sottolinea infatti l'amministratore delegato di Meridiana, Roberto Scaramella -.

Pero' l'impegno del governo nel sostenere una grande azienda privata e' strumento interessante solo se e' rivolto a tutto il nostro settore''. ''L'Italia - prosegue Scaramella - ha bisogno di un sistema del trasporto aereo forte, si tratta del principale elemento di sviluppo economico del mondo, con un moltiplicatore che da un dollaro investito ne produce nove''. Quindi il ragionamento sia di sistema, e trattandosi, come Alitalia, di operatori aerei tutti privati, sia dunque aperto a tutti. ''Piu' Etihad anche per gli altri vettori italiani'', e' la provocazione del presidente di Blue Panorama Airlines e del vettore low cost Blu-express.com, Franco Pecci, mentre per l'amministratore delegato di Neos, la compagnia del gruppo Alpitour, Carlo Stradiotti, e' giunto il tempo di dire basta a ''regole che cambiano'' per uno solo dei giocatori in campo.

Tornando all'Egitto, nel corso della convention degli operatori italiani il ministro del turismo egiziano Hisham Zaazou ha parlato di un piano di sostegno che prevede anche incentivi per le compagnie aeree italiane. ''Non ne sappiamo ancora niente - e' il commento di Scaramella - ma in ogni caso, come facciamo con forza gia' per il nostro paese, saremo i primi a richiedere trasparenza al fine di garantire i necessari ritorni in termini di competivita' per i nostri passeggeri''.

gbt/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4