lunedì 05 dicembre | 06:13
pubblicato il 02/ago/2013 15:53

Trasporto aereo: sindacati, siglata intesa su parte generale contratto

(ASCA) - Roma, 2 ago - ''Definita e siglata la parte generale del contratto del Trasporto Aereo''. Lo riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporti, in merito all'intesa raggiunta oggi dopo 20 ore consecutive di trattativa, sottolineando che ''dopo l'avvio della contrattazione al tavolo del trasporto aereo lo scorso gennaio, il negoziato con alterni alti e bassi ha raggiunto il suo culmine con la sigla oggi delle quattro Federazioni nazionali dei trasporti e delle associazioni datoriali della parte generale che contiene gli articoli riguardanti in particolare i diritti e le tutele, demandate alla contrattazione collettiva ed e' scritto nel solco degli accordi interconfederali che stabiliscono le linee guida in tema di livello di contrattazione e di rappresentanza''.

''Da oggi - sottolineano Filt, Fit, Uilt e Uglt- esiste un testo contrattuale che avvia un percorso virtuoso mirato a unificare i vari segmenti della filiera del trasporto aereo e uniformare trattamenti finora diversi e talvolta discriminatori, applicati nella miriade di contratti aziendali e regolamenti che hanno costituito finora lo standard del settore. E' un risultato importante quello raggiunto oggi - spiegano - perche' apre la porta ad una nuova stagione di diritti, di regole certe per i lavoratori di terra e di volo di questo settore che soffre tutte le incongruenze, gli errori gestionali e di sistema determinati da anni di incuria e speculazione selvaggia chiamata 'deregulation' che ha prodotto solo impoverimento e perdita di competitivita' per le aziende e i lavoratori italiani''.

Secondo le organizzazioni sindacali dei trasporti infine ''c'e' ancora molto da fare per la definizione delle sezioni specifiche che iniziera' a settembre e completera' il CCNL, rendendolo definitivamente efficace e per spingere la politica a varare quelle norme che obblighino tutte le aziende, anche quelle straniere che operano in Italia, ad una competizione leale ad armi pari che non si giochi sul costo del lavoro e sulle spalle dei contribuenti italiani''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari