domenica 04 dicembre | 03:20
pubblicato il 04/feb/2014 15:30

Trasporto aereo: Enav testa in Tunisia atterraggi con satellite EGNOS

Trasporto aereo: Enav testa in Tunisia atterraggi con satellite EGNOS

(ASCA) - Roma, 4 feb 2014 - Enav ha testato e validato, con un proprio velivolo Piaggio P.180 appositamente equipaggiato, le nuove procedure per eseguire atterraggi di precisione con il segnale del sistema di navigazione satellitare europeo EGNOS sull'aeroporto tunisino di Monastir. Queste attivita', sottolinea Enav, rientrano nell'ambito del programma MEDUSA, finanziato dalla Commissione Europea e coordinato da Telespazio (Finmeccanica/Thales), che ha l'obiettivo di diffondere l'uso dei servizi di navigazione satellitare EGNOS, GPS e Galileo nei paesi dell'area Euromed del bacino del Mediterraneo: Algeria, Egitto, Giordania, Israele, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia.

La societa' italiana, peraltro, insieme agli altri sei maggiori service provider europei, e' partner di ESSP, European Satellite Service Provider, la compagnia a cui la Commissione europea ha affidato la gestione del segnale EGNOS fino al 2021.

Ad oggi le procedure EGNOS sono attive su molti scali italiani ed europei, consentendo, anche in aeroporti non dotati di infrastrutture a terra, di eseguire atterraggi a guida verticale con la massima precisione anche in casi di bassa visibilita'. I benefici della navigazione satellitare non si limitano, pero', solo alla fase finale del volo ma anche alla fase di crociera. Grazie all'accuratezza del segnale, infatti, gli aerei possono seguire traiettorie piu' dirette con risparmi sia di tempi di volo che di carburante. L'implementazione di EGNOS consentira' anche una notevole riduzione dei costi per l'istallazione di infrastrutture a terra e per la relativa manutenzione. ''La navigazione aerea del prossimo futuro si basera' sempre di piu' sull'utilizzo del satellite - dichiara l'amministratore unico di Enav, Massimo Garbini -. Siamo fortemente impegnati nei progetti satellitari sia con investimenti economici sulle operazioni che in ricerca e sviluppo. Siamo felici che questi primi test si siano conclusi con successo. Il Nord-Africa rappresenta un'area strategica per la ripresa del traffico aereo nazionale e siamo convinti di poter dare il nostro contributo allo sviluppo dell'economia locale e dell'intera regione''.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari