martedì 28 febbraio | 09:09
pubblicato il 05/dic/2013 13:50

Trasporto aereo: Assaeroporti, bene Lupi su Fondo. No a tasse immotivate

(ASCA) - Roma, 5 dic - Soddisfatta per l'impegno assunto dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi sull'adeguamento del Fondo speciale per il trasporto aereo Assaeroporti, l'associazione dei gestori aeroportuali che oggi ha partecipato al secondo incontro del tavolo sul trasporto istituito dal Mit con le organizzazioni di categoria. Piu' in generale, l'associazione auspica che il ministero, ''nell'ambito di un piu' ampio disegno strategico di definizione del Piano nazionale degli aeroporti, possa prendere delle misure adeguate a migliorare l'operativita' del sistema, garantendo un'adeguata copertura dei costi del servizio e dando concreta definizione delle questioni ancora pendenti''.

In una nota Assaeroporti spiega di aver accolto con soddisfazione l'impegno assunto da Lupi ''di individuare il percorso migliore per l'adeguamento del Fondo speciale del trasporto aereo nonche' di valutare idonei meccanismi che consentano il mantenimento del sistema di ammortizzatori sociali e le fonti di alimentazione del Fondo stesso''. Nel corso della riunione, l'associazione ha sottolineato come, ''a fronte delle responsabilita' e dei compiti assegnati al gestore aeroportuale in seno ad aree come la security, la safety, il ground handling e i servizi di pronto soccorso sanitario aeroportuale non corrisponda sempre in modo coerente un chiaro riconoscimento degli strumenti idonei ad eseguire tali compiti, ne', tantomeno, si provvede a fornire un simultaneo quanto mai necessario strumento di copertura dei costi addizionali generati dalla fornitura dei nuovi servizi, specie per quei gestori sprovvisti dei contratti di programma. In tema di servizi di assistenza a terra, il gestore aeroportuale - rimarca l'associazione - e' responsabile del coordinamento dei vari operatori presenti sullo scalo e in virtu' di cio' e' indispensabile che allo stesso vengano forniti strumenti operativi e correttivi piu' efficaci che possano supportarlo nello svolgimento del ruolo assegnatogli. Nell'area della security, il servizio di controllo di sicurezza ai varchi staff e carrai sara' presto affidato al gestore aeroportuale. In tal senso, si evidenzia come a fronte degli elevati costi a carico delle societa' di gestione aeroportuale (circa 400.000 euro a varco stimati) non e' previsto, per la maggior parte di esse, un idoneo strumento di recupero dei costi per via tariffaria. Occorre, in questo senso, trovare una soluzione''.

Assaeroporti fa presente che il settore del trasporto aereo, gia' provato dalla congiuntura economica negativa e dalla difficile situazione di Alitalia, non puo' sopportare ''altre immotivate tassazioni'', come l'imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili ''specie laddove la destinazione del gettito prodotto non sia destinata a migliorare la qualita' dei servizi al passeggero e la tutela dell'ambiente''. red-lcp/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech