venerdì 09 dicembre | 16:19
pubblicato il 16/gen/2014 18:28

Trasporto aereo: Anpac, decreto c'e'. Basta concorrenza sleale Ryanair

(ASCA) - Roma, 16 gen 2014 - L'Associazione nazionale piloti aviazione commerciale (Anpac), in una lettera inviata oggi ad Enac, presidenza del Consiglio e ministero dei Trasporti, sollecita le autorita' competenti a ''vigilare sull'osservanza delle nuove norme sul finanziamento alle compagnie aeree''. ''Come appreso dalla stampa - afferma l'associazione - la compagnia Ryanair, da lunghissimo tempo, ha stretto accordi definiti di ''co-marketing'' con svariate aziende aeroportuali ed enti locali in tutto il territorio nazionale ottenendo significative risorse per attuare il proprio business''. Sarebbero poi imminenti le scadenze dei contratti di ''co-marketing'' di Ryanair con ''da un lato la Regione Puglia e la societa' Aeroporti di Puglia con un contratto in scadenza nel 2014 e dall'altro la societa' di gestione aeroportuale di Trapani Birgi (Airgest) che, unitamente alla Camera di Commercio locale con funzione di regia con i comuni vicini, si appresterebbe a rinnovare il contratto con Ryanair addirittura entro la fine di gennaio 2014''.

Piu' in generale si tratta di ''accordi - aggiunge l'Anpac - che costituiscono una grave distorsione della concorrenza, secondo quanto previsto dal Decreto Legge 23 dicembre 2013, n. 145, e devono essere ricondotti a criteri di trasparenza ed aperti alla possibilita' di accesso a tutte le compagnie interessate attraverso gare pubbliche''. Anpac manifesta ''grande soddisfazione per gli esiti del decreto che, ancorche' tardivo, pone un argine alla 'unfair competition' nell'ambito del trasporto aereo con regole che garantiscono pari opportunita' a tutti i vettori''. L'associazione dei piloti ''vigilera' sull'applicazione delle norme e porra' in atto tutte le azioni necessarie affinche' il sistema del trasporto aereo italiano, analogamente a quanto accade in tutta Europa, sia sgombrato da asimmetrie competitive sia dal punto di vista dei finanziamenti non trasparenti che sui differenti oneri sul costo del lavoro''.

Inoltre, nella lettera il presidente di Anpac Giovanni Galioto Galioto ritiene ''necessario un tempestivo intervento affinche' i principi espressi nel decreto siano rispettati e si proceda da parte dei soggetti istituzionali, o comunque finanziati da risorse pubbliche, a regolari procedure di gara secondo quanto previsto dal succitato decreto''. E' essenziale in tal senso che ''Enac eserciti con rigore la dovuta azione di controllo sulle societa' di gestione aeroportuali''. In assenza di interventi ''verranno rivolte opportune istanze e denunce alla Magistratura e alla Corte dei Conti''.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Borsa
La Borsa di Milano brinda alla proroga del Qe Bce, Ftse-Mib +1,64%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Morto a 95 anni John Glenn, il primo austronauta Usa in orbita
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina