venerdì 20 gennaio | 08:52
pubblicato il 16/gen/2014 18:28

Trasporto aereo: Anpac, decreto c'e'. Basta concorrenza sleale Ryanair

(ASCA) - Roma, 16 gen 2014 - L'Associazione nazionale piloti aviazione commerciale (Anpac), in una lettera inviata oggi ad Enac, presidenza del Consiglio e ministero dei Trasporti, sollecita le autorita' competenti a ''vigilare sull'osservanza delle nuove norme sul finanziamento alle compagnie aeree''. ''Come appreso dalla stampa - afferma l'associazione - la compagnia Ryanair, da lunghissimo tempo, ha stretto accordi definiti di ''co-marketing'' con svariate aziende aeroportuali ed enti locali in tutto il territorio nazionale ottenendo significative risorse per attuare il proprio business''. Sarebbero poi imminenti le scadenze dei contratti di ''co-marketing'' di Ryanair con ''da un lato la Regione Puglia e la societa' Aeroporti di Puglia con un contratto in scadenza nel 2014 e dall'altro la societa' di gestione aeroportuale di Trapani Birgi (Airgest) che, unitamente alla Camera di Commercio locale con funzione di regia con i comuni vicini, si appresterebbe a rinnovare il contratto con Ryanair addirittura entro la fine di gennaio 2014''.

Piu' in generale si tratta di ''accordi - aggiunge l'Anpac - che costituiscono una grave distorsione della concorrenza, secondo quanto previsto dal Decreto Legge 23 dicembre 2013, n. 145, e devono essere ricondotti a criteri di trasparenza ed aperti alla possibilita' di accesso a tutte le compagnie interessate attraverso gare pubbliche''. Anpac manifesta ''grande soddisfazione per gli esiti del decreto che, ancorche' tardivo, pone un argine alla 'unfair competition' nell'ambito del trasporto aereo con regole che garantiscono pari opportunita' a tutti i vettori''. L'associazione dei piloti ''vigilera' sull'applicazione delle norme e porra' in atto tutte le azioni necessarie affinche' il sistema del trasporto aereo italiano, analogamente a quanto accade in tutta Europa, sia sgombrato da asimmetrie competitive sia dal punto di vista dei finanziamenti non trasparenti che sui differenti oneri sul costo del lavoro''.

Inoltre, nella lettera il presidente di Anpac Giovanni Galioto Galioto ritiene ''necessario un tempestivo intervento affinche' i principi espressi nel decreto siano rispettati e si proceda da parte dei soggetti istituzionali, o comunque finanziati da risorse pubbliche, a regolari procedure di gara secondo quanto previsto dal succitato decreto''. E' essenziale in tal senso che ''Enac eserciti con rigore la dovuta azione di controllo sulle societa' di gestione aeroportuali''. In assenza di interventi ''verranno rivolte opportune istanze e denunce alla Magistratura e alla Corte dei Conti''.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale