sabato 21 gennaio | 16:58
pubblicato il 19/set/2013 15:56

Trasporti:Moretti,Fs impresa sana puo' contribuire ricostruzione settore

Trasporti:Moretti,Fs impresa sana puo' contribuire ricostruzione settore

(ASCA) - Assisi (Pg), 19 set - ''Pensiamo di poter essere uno strumento per la ricostruzione del settore trasporti e nel supportare grandi servizi in questo processo di sviluppo''.

Lo ha detto Mauro Moretti, amministratore delegato di FS rispondendo ai giornalisti, a margine del meeting ''Ambiente e piano energetico'' organizzato ad Assisi dal Sacro Convento e l'Accademia Nazionale delle Scienze detta dei XL in collaborazione con le stesse FS, in concomitanza con l'VIII Giornata per la Salvaguardia del Creato. Moretti ha evidenziato il buono stato di salute delle Ferrovie ''siamo una sorta di singolarita' - ha detto - siamo una delle poche imprese in Italia che sta avendo un trend positivo da qualche anno, per fortuna, e questo ci ha permesso di uscire da una crisi profonda, siamo arrivati alla migliore efficienza europea, essere in salute vuol dire spendere facendo investimenti in autofinanziamento, visto che lo Stato ha scarse risorse e le Regioni meno. Vediamo comunque grandi difficolta' nel settore, se pensiamo al trasporto pubblico locale e' difficile trovare imprese in salute, ecco perche' pensiamo di poter essere uno strumento per la ricostruzione del settore''. ''Stiamo lavorando sul trasporto integrato nelle grandi citta' - ha spiegato - non c'e' citta'al mondo che vive attraverso la frantumazione dei servizi tra piu' imprese, basta andare in Gran Bretagna per vedere che serve concretezza al di la' delle ideologie. Avere una grande impresa che puo' gestire grandi citta' - ha concluso - puo' voler dire grandi economie di scala e quindi, a parita' di risorse, maggiore volume di trasporto, servizio e qualita'''.

In merito al trasporto delle merci, Moretti ha sottolineato ''non si puo' andare avanti cosi' in un Paese in cui l'unica cosa che e' attiva e' il trasporto su gomma, peraltro in maniera folle, perche' abbiamo flotte di camion che vengono dall'estero e si portano dietro anche il gasolio, basta vedere dove si attuano politiche diverse, in Svizzera, Germania e Francia. Il camion ha funzione entro 250 km, oltre il compito e' anche della Ferrovia, ma si devono dare incentivi. Basterebbe questo per aprire uno spiraglio nuovo - ha auspicato - e quindi dare significato al titolo del convegno''.

pg/sat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4