martedì 21 febbraio | 15:56
pubblicato il 17/feb/2012 16:15

Trasporti/ Sindacati confermano sciopero generale 4 ore 1 marzo

Approvata piattaforma a sostegno vertenza

Trasporti/ Sindacati confermano sciopero generale 4 ore 1 marzo

Roma, 17 feb. (askanews) - Si preannunciano forti disagi per i cittadini che useranno i mezzi pubblici giovedì primo marzo a causa dello sciopero generale di 4 ore nel settore trasporti. La protesta, indetta lo scorso 3 febbraio "per la grave condizione dei trasporti nel paese, ulteriormente aggravata dalle decisioni del Governo", è stata confermata oggi dagli esecutivi di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti che si sono riuniti per approvare la piattaforma a sostegno della vertenza e l'avvio di una fase di mobilitazione. La sciopero si articolerà secondo i seguenti orari e modalità: i treni si fermeranno dalle 14 alle 18; gli aerei dalle ore 10 alle 14; autobus, tram e metropolitane si fermeranno con modalità differenti nelle varie città: a Roma dalle 8,30 alle 12,30; a Milano alle 8,45 alle 12,45; a Torino dale 17 alle 21.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia