martedì 06 dicembre | 17:19
pubblicato il 23/mag/2014 18:13

Trasporti: sindacati a Poletti, urgente tavolo legalita' logistica

(ASCA) - Roma, 23 mag 2014 - ''Riteniamo urgente e non piu' rinviabile la convocazione di un incontro per dare continuita' in modo strutturale al tavolo della legalita' e per individuare un percorso concreto, a partire dal pieno riconoscimento delle regole e del contratto di lavoro, che contrasti definitivamente un sistema di dumping salariale e normativo che rende sempre piu' esposto il settore a fenomeni di conflitto sociale sociale derivanti dalle tante situazioni di irregolarita' presenti''. E' quanto scrivono in una lettera al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, i segretari generali di Filt Cgil, Franco Nasso, Fit Cisl, Giovanni Luciano e Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi sul settore della logistica e del trasporto merci dove scrivono ''si stanno sviluppando molte situazioni di forte tensione sociale e preoccupante illegalita'. In particolare - sottolineano i tre dirigenti sindacali - sono interessate tutte le attivita' terziarizzate che hanno assunto un peso rilevante nella filiera, attraverso una frantumazione spinta del processo produttivo, con la presenza di imprese cooperative che applicano condizioni contrattuali che non riconoscono il contratto collettivo''.

Secondo quanto scrivono i tre segretari generali di Filt, Fit e Uilt ''tale situazione e' resa ancora piu' pesante dalla mancata sottoscrizione del contratto collettivo nazionale di lavoro da parte delle centrali cooperative, rinnovato il 1 agosto 2013''.

''Il 13 febbraio 2014 - ricordano al Ministro Poletti, Nasso, Luciano e Tarlazzi - le Segreterie Nazionali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, unitamente alle associazioni datoriali Confetra, Fedit, Legacoop, Confcooperative ed Agci, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, hanno sottoscritto un protocollo d'intesa con l'insediamento del tavolo della legalita'. L'obiettivo del tavolo e' quello di individuare strumenti di contrasto ai fenomeni di illegalita' e a promuovere interventi per la trasparenza degli appalti nel settore''.

''In questo contesto - chiedono infine nella lettera - e' necessario che il contratto collettivo sottoscritto il 1 agosto 2013 trovi piena applicazione e riconoscimento anche da parte delle centrali cooperative, come elemento fondamentale di un sistema di regole per l'intero settore''.

com-sen/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni