venerdì 09 dicembre | 16:40
pubblicato il 22/gen/2013 19:13

Trasporti: Istat, Italia uno dei paesi Ue piu' motorizzati

(ASCA) - Roma, 22 gen - L'Italia risulta uno dei paesi europei piu' motorizzati, con un valore dell'indicatore notevolmente superiore al dato medio dell'Unione. Lo rileva l'Istat nella pubblicazione ''Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo'' nella quale emerge che ''il tasso di motorizzazione nel 2011 e' pari a 610 autovetture ogni 1.000 abitanti, in aumento rispetto al 2010''. Nel 2010 - si legge - la rete autostradale italiana si estende per 6.668 km e rappresenta circa il 10% di quella europea. La densita' media e' pari a 22,1 km per mille km'' di superficie territoriale, valore superiore a quello medio europeo. Il trasporto di merci su strada ha gestito un traffico di quasi 163 miliardi di tonnellate-km (Tkm), in aumento del 3,9% rispetto al 2009. In rapporto alla popolazione, il volume di traffico italiano, pari a 23,5 milioni di Tkm per diecimila abitanti, e' inferiore a quello di tutti i principali partner dell'area dell'euro, ad esclusione di Irlanda, Romania e Cipro.

L'Italia presenta una rete ferroviaria che si sviluppa per 5,5 km ogni 100 km'' di superficie territoriale. A livello regionale, si conferma la diseguale dotazione di infrastrutture ferroviarie, con Sardegna, Valle d'Aosta e, in parte, Trentino-Alto Adige maggiormente svantaggiate. La rete ad alta velocita' e' attiva in Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio e Campania.

Nel 2010 l'Italia e' divenuto il primo paese europeo per trasporto di passeggeri via mare (con oltre 87,6 milioni di passeggeri) e si conferma al quinto posto per volume del traffico container (8,5 milioni di Teu). L'Italia e' il quinto paese europeo per traffico aereo di passeggeri, con una quota del 10% circa sul totale. In ambito europeo, nel 2011 si e' registrata una ripresa generalizzata del movimento passeggeri. L'87,8% degli occupati e il 71,7% degli studenti utilizza un mezzo di trasporto per recarsi al luogo di lavoro o studio, privilegiando l'automobile. L'uso dei mezzi di trasporto e' piu' diffuso nel Nord-est, mentre nel Mezzogiorno si registra una piu' elevata propensione ad andare a piedi.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Borsa
La Borsa di Milano brinda alla proroga del Qe Bce, Ftse-Mib +1,64%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina