domenica 04 dicembre | 09:57
pubblicato il 17/ott/2013 17:40

Trasporti: i nove corridoi principali dell'Ue (SCHEDA)

Trasporti: i nove corridoi principali dell'Ue (SCHEDA)

(ASCA) - Bruxelles, 17 ott - Nove corridoi di trasporto intermodale, per un'unica rete che mette in collegamento porti, aeroporti, strade e ferrovie di tutta europea. Sono il 'cuore' delle piu' estese reti di trasporto transeuropee (Ten-T), che la Commissione europea ha messo a punto dopo quasi due anni dalla presentazione della lista degli assi fondamentali. Ecco, uno per uno, gli assi che dovranno essere realizzati entro il 2030. ''Corridoio Baltico-Adriatico'' (Polonia-Slovacchia-Repubblica ceca-Austria-Italia): per la Commissione Ue e' uno dei piu' importanti assi stradali e ferroviari trans-europei. La sua realizzazione comprende progetti ferroviari come la galleria di base del Semmering, la linea ferroviaria del Koralm in Austria e le sezioni transfrontaliere tra Polonia, Repubblica ceca e Slovacchia.

''Corridoio mare del Nord-Mar Baltico'' (Paesi Bassi-Belgio-Germania-Polonia-Lituania-Lettonia-Estonia-Finlandia): il corridoio colleghera' la Finlandia con l'Estonia con navi traghetto e creera' collegamenti stradali e ferroviari moderni tra i tre Stati baltici, da un lato, e la Polonia, la Germania, i Paesi Bassi e il Belgio, dall'altro. Il corridoio comprende anche collegamenti fluviali tra il fiume Oder e i porti di Germania, Paesi Bassi e Belgio, come il ''Mittelland-Kanal''. Il progetto piu' importante e' il ''Rail Baltic'', una ferrovia europea a scartamento standard tra Tallinn, Riga, Kaunas e la Polonia nordorientale.

''Corridoio Mediterraneo'' (Spagna-Francia-Italia-Slovenia-Croazia-Ungheria): a parte il fiume Po e qualche altro canale nel Norditalia, il corridoio e' essenzialmente stradale e ferroviario. I principali progetti ferroviari lungo questo corridoio sono i collegamenti Lione-Torino e la sezione Venezia-Lubiana.

''Corridoio orientale-Mediterraneo orientale'' (Germania- Repubblica ceca-Slovacchia-Austria-Ungheria-Romania-Bulgaria-Grecia-Cipro): collega le interfacce marittime di mare del Nord, mar Baltico, mar Nero e Mediterraneo ottimizzando l'uso dei relativi porti e delle rispettive autostrade del mare.

Include l'Elba come via navigabile interna, e andra' dalla Grecia a Cipro via mare. ''Corridoio scandinavo-mediterraneo'' (Finlandia-Norvegia-Svezia-Danimarca-Germania-Austria-Italia-Malta): un asse nord-sud cruciale per l'economia europea. I progetti piu' importanti di questo corridoio sono il collegamento fisso del Fehmarnbelt e la Galleria di base del Brennero, con le rispettive vie di accesso. Il corridoio raggiunge quindi via mare Malta passando dall'Italia meridionale e dalla Sicilia. ''Corridoio Reno-Alpi'' (Italia-Svizzera-Francia-Germania-Belgio-Paesi Bassi): costituisce una delle rotte merci piu' trafficate d'Europa: collega i porti del Mare del Nord di Rotterdam e Anversa con il Mar Mediterraneo a Genova. I principali progetti sono le gallerie di base in Svizzera, in parte gia' completate, e le loro vie di accesso in Germania e in Italia. ''Corridoio atlantico'' (Portogallo-Spagna-Francia-Germania) collega la parte occidentale della Penisola iberica e i porti di Le Havre e Rouen a Parigi e quindi a Mannheim/Strasburgo con linee ferroviarie ad alta velocita' e linee ferroviarie convenzionali parallele, includendo anche la Senna come via navigabile interna. ''Corridoio mare del Nord-mar Mediterraneo'' (Irlanda-Gran Bretagna-Paesi Bassi-Belgio-Lussemburgo-Francia): corridoio multimodale che comprende acque navigabili interne nel Benelux e in Francia (i fiumi Mosa, Reno, Schelda, Senna, Saona e Rodano), acque navigabili esterne (i porti di Fos-sur-Mer e Marsiglia), nonche' un'interconnessione tra le isole britanniche e l'Europa continentale. ''Corridoio Reno-Danubio'' (Romania-Bulgaria-Ungheria-Croazia-Austria-Repubblica ceca-Slovacchia-Germania-Francia): le arterie fluviali principali sono il Meno e il Danubio, con cui collega le regioni centrali intorno a Strasburgo e Francoforte sul Meno attraverso la Germania meridionale a Vienna, Bratislava e Budapest per arrivare infine al Mar Nero, con una sezione importante tra Monaco di Baviera e Praga, Zilina, Kosice e il confine ucraino.

bne/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari