lunedì 23 gennaio | 07:50
pubblicato il 18/dic/2013 16:38

Trasporti: Fit Cisl, incontro su Tpl interlocutorio. Nulla sul contratto

(ASCA) - Roma, 18 dic - ''Le iniziative del Governo, che oggi il Sottosegretario al Mit Erasmo D'Angelis ci ha illustrato, sono per certi versi interessanti e alcune condivisibili e chieste da tempo dalla Fit-Cisl''. Con queste parole Giovanni Luciano, Segretario generale della Fit-Cisl, commenta l'esito dell'incontro sul trasporto pubblico locale. ''Ad esempio, condividiamo molto il tema di un fondo per gli incentivi alle aggregazioni delle aziende - elenca Luciano - ma non e' stato chiarito quali risorse siano a disposizione. Apprezzabile l'introduzione dei costi standard, ma non e' chiaro con quali tempistiche e perequazioni territoriali. Sono ottime le annunciate norme antievasione tariffarie, ma non e' dato ancora sapere tramite quali strumenti. E sono certamente utili la possibilita' di scaricare fino a 500 euro per i possessori di abbonamento e le risorse dedicate al rinnovo dei mezzi su gomma che tra acquisti e restyling ammonterebbero nei prossimi tre anni a 530 milioni''. ''Se il Consiglio dei Ministri sta preparando un decreto dedicato al tpl entro il prossimo gennaio - sintetizza il Segretario generale - insomma, e' un aspetto positivo ma solo se, come dichiarato da D'Angelis, andra' nel senso di vera riforma strutturale e non di mera manutenzione. Sarebbe dannoso se vi fosse una sorta di maquillage e non una riforma profonda di un settore strategico, che tolga il controllo dalle mani di lobby politico-'imprenditoriali' che hanno fatto danni pesantissimi agli italiani e che stanno facendo di tutto per continuare su questo versante''. ''E' presto, quindi, per dare un giudizio definitivo - conclude Luciano -, anche perche' mancano ancora molti elementi di approfondimento che avremo a gennaio, ma sicuramente c'e' delusione per come il Governo sta trascurando gli aspetti legati alla mancata stipula del Contratto nazionale della Mobilita' del tpl, ove la conflittualita' ha superato il livello di guardia. Non ci sono solo gli autobus nuovi da comprare ma anche lavoratori da stipendiare''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4