domenica 22 gennaio | 07:26
pubblicato il 05/feb/2014 18:18

Trasporti: D'Angelis, aperto confronto con Fs su servizio regionale

(ASCA) - Roma, 5 feb 2014 - ''Il trasporto ferroviario regionale e' oggi in diverse regioni una grande emergenza nazionale, abbiamo aperto per la prima volta un confronto che considero utile e positivo con tutte le Regioni e i vertici di Trenitalia e Rfi, gli Ad Vincenzo Soprano e Michele Mario Elia. L'obiettivo e' ridefinire nel piu' breve tempo possibile il quadro strategico del servizio ferroviario regionale e interregionale per tornare ad investire sui servizi per i pendolari e trovare soluzioni per le criticita' piu' frequenti come affollamenti, ritardi, scarsa pulizia e rinnovo mezzi. Modificando anche gli orari di ingresso al lavoro nelle grandi aree metropolitane''. Lo ha detto il Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Erasmo D'Angelis, con delega al trasporto pubblico locale, che oggi ha convocato e presieduto il vertice al Ministero sul trasporto ferroviario regionale e interregionale al quale hanno partecipato tutte le Regioni e i vertici di Trenitalia e Rfi.

''I passeggeri del servizio ferroviario regionale - aggiunge D'Angelis - sono oltre 485 milioni l'anno e circa 25 milioni i viaggiatori dell'Alta Velocita'. Per noi non possono esistere passeggeri di serie B e gli standard di qualita' devono valere per tutti. La buona notizia e' la ripresa degli investimenti da parte di Trenitalia con 200 nuovi treni in arrivo nel 2014-15 e per il rafforzamento delle infrastrutture. In particolare 75 treni doppio piano con carrozze Ansaldo e locomotore Bombardier, 40 treni leggeri diesel Pesa, 55 treni Alstom elettrici, altri 15 Ansaldo e 15 Alstom. In linea con il ritorno all'investimento statale per il rinnovo del materiale rotabile con il balzo da zero euro dal 2010 a 500 milioni stanziati in Legge di Stabilita'.

Abbiamo fatto il punto - conclude il Sottosegretario - anche sulle emergenze in corso in varie regioni sulle linee Fs bloccate per smottamenti, frane o neve: Andora in Liguria verso la Francia, la linea verso la Slovenia, Porrettana e Siena-Grosseto in Toscana e la Napoli-Portici in Campania''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4