domenica 04 dicembre | 23:25
pubblicato il 04/mar/2014 13:34

Trasporti: Altroconsumo, class action contro Trenord

Trasporti: Altroconsumo, class action contro Trenord

(ASCA) - Roma, 4 mar 2014 - La class action di Altroconsumo contro Trenord e' stata ammessa dalla Corte d'Appello di Milano.

L'ordinanza parla chiaro: migliaia di pendolari hanno diritto di far valere i loro diritti grazie alla class action promossa da Altroconsumo e chiedere di essere risarciti per i disservizi gravissimi subiti per oltre quindici giorni nel dicembre 2012, quando il sistema di trasporto sui rotaie ando' in tilt, con treni cancellati, sovraffollati, corse dirottate, ritardi epocali, trasbordi da un treno all'altro, mancanza di informazioni a effetto valanga su utenti inermi.

Altroconsumo ha gia' raccolto 10mila preadesioni all'azione risarcitoria, ma sono circa 700mila i pendolari lombardi coinvolti in quelle giornate di caos.

Paolo Martinello, presidente Altroconsumo afferma: ''la Corte d'appello ha colto in pieno la natura e gli scopi della class action, dando un futuro a questo importante strumento di tutela dei diritti dei consumatori e degli utenti. Una class action accessibile e praticabile e' indispensabile per garantire la fiducia dei cittadini, per responsabilizzare le aziende e per migliorare la qualita' e l'efficienza dei servizi. Compresi quelli di trasporto locale, dove i diritti di migliaia di pendolari sono quotidianamente calpestati''.

La Corte d'Appello ha ritenuto che il mancato funzionamento del software di gestione ed organizzazione del servizio adottato da Trenord abbia causato disservizi analoghi e comuni a tutti gli utenti colpiti, che dovranno essere valutati e risarciti in un unico processo, secondo quanto previsto dall'art.140 bis del codice de consumo.

La richiesta di Altroconsumo e' che a tutti i pendolari coinvolti e che aderiranno alla class action venga riconosciuto un risarcimento pari a quattro mensilita' dell'abbonamento alla tratta utilizzata. Ora il giudice del Tribunale dovra' definire i contorni della classe di utenti che potra' effettivamente aderire all'azione risarcitoria.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari