domenica 04 dicembre | 01:13
pubblicato il 23/nov/2013 18:21

Tpl: Cgil, positivo accordo Genova. Ora impegno per farlo applicare

Tpl: Cgil, positivo accordo Genova. Ora impegno per farlo applicare

(ASCA) - Roma, 23 nov - In una nota congiunta, il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, e il segretario generale della Cgil di Genova, Ivano Bosco, definiscono ''positivo'' l'accordo siglato nella notte tra sindacati comune di Genova, regione Liguria, prefettura e Amt, che e' stato poi approvato dai dipendenti dell'azienda dei trasporti pubblici di Genova, in sciopero a oltranza da 5 giorni. I due garantiscono anche l'impegno affinche' l'intesa venga ora applicata e condannano ''fermamente'' atti come quello rivolto all'Ad di Amt, al qule e' stato recapitato un proiettile.

Nello specifico, Camusso e Bosco ritengono l'accordo raggiunto ''un fatto positivo che, oltre a riconoscere la validita' dei contenuti dello stesso, dimostra che i lavoratori, dopo quasi cinque giorni di sciopero consecutivi, sono sempre in grado di distinguere tra chi fa pericolosa demagogia sulle loro spalle e chi si adopera per risolvere i loro problemi e quelli di tutta la cittadinanza''.

''Ancora una volta - prosegue la nota - si rileva come una seria trattativa sindacale sia l'unico mezzo per affrontare le questioni produttive e di lavoro. Sarebbe opportuno che anche alcuni esponenti politici, che oggi vanno per la maggiore, imparassero a rispettare il determinante ruolo che ha l'organizzazione sindacale in questo Paese e la considerassero per quello che in effetti e': una risorsa per la democrazia. E non c'e' democrazia se non si rispettano i valori ed il significato del lavoro''.

''Sappiamo - aggiungono i 2 esponenti della Cgil - che il nostro ruolo, cosi' come quello dei delegati e della categoria, non finisce qui: l'accordo va ora applicato e fatto rispettare nella sua interezza. Anche per questo deve continuare la pressione del sindacato e dei lavoratori contro norme sbagliate, in primo luogo la legge di stabilita', che da anni si susseguono, che impediscono un'inversione del ciclo economico in senso espansivo e che invece continuano, sulla strada del rigore, a togliere risorse al lavoro e impedire agli Enti Locali di poter erogare i servizi dovuti''.

Secondo Camusso e Bosco e', inoltre, ''molto importante la decisione di costituire un'unica azienda di trasporto pubblico a livello regionale. Una scelta che - proseguono - come Cgil abbiamo avanzato nella convinzione che sia necessario assicurare piu' trasparenza nella gestione, sinergie tra le aziende, maggiori risparmi, controlli nella spesa, garanzie per i lavoratori e per i cittadini''.

''E' dunque rilevante - concludono Camusso e Bosco - aver compiuto questo primo positivo passo ed avere cosi' dato risposte ai lavoratori e ai cittadini, allentando la tensione verso questa vicenda. Una tensione nella quale non sono mancati atti che noi condanniamo fermamente, come quello rivolto in queste ore all'Amministratore Delegato e a dirigenti di Amt. Atti che nulla hanno a che fare con le proteste dei lavoratori''. com-stt/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari