domenica 11 dicembre | 13:42
pubblicato il 11/set/2013 18:00

Tlc: Ue, roaming gratuito e no costi aggiuntivi per chiamate tra stati

Tlc: Ue, roaming gratuito e no costi aggiuntivi per chiamate tra stati

(ASCA) - Roma, 11 set - Roaming gratuito e nessun costo aggiuntivo per le telefonate tra gli stati rispetto a quanto si paga per una chiamata nazionale a lunga distanza. Questi i punti salienti di un piano per le telecomunicazioni per un singolo mercato europeo presentato oggi dalla Commissione europea e definito ''il suo piano piu' ambizioso in 26 anni di riforma del mercato delle telecomunicazioni''.

''Ulteriori progressi sostanziali verso un mercato unico europeo delle telecomunicazioni - ha dichiarato il presidente della Commissione europea, Jose Manuel Barroso - e' fondamentale per gli interessi strategici dell'Europa e il suo progresso economico. Per il settore delle telecomunicazioni in se' e per i cittadini che sono frustrati perche' non hanno un pieno ed equo accesso ai servizi internet e di telefonia mobile''.

''La legislazione proposta oggi - ha aggiunto il vicepresidente, nonche' commissario responsabile per l' Agenda digitale il pacchetto Neelie Kroes - e' una grande notizia per il futuro della telefonia mobile e di internet in Europa. La Commissione Europea dice no ai premi nel roaming, si' alla neutralita' della rete, si' agli investimenti, si' a nuovi posti di lavoro''.

In sostanza, il Piano propone una singola autorizzazione per poter operare nel settore delle tlc nei 28 stati dell'Unione (invece di 28 autorizzazioni), con una ulteriore armonizzazione delle regole per l'accesso alle reti di societa' concorrenti.

Per quanto riguarda il romaning, Bruxelles propone invece di eliminarne i costi per gli utenti a partire dal primo luglio del 2014 all'interno dell'Unione europea. Le societa' avrebbero due possibilita': offrire un unico piano tarifafrio valido in tutta l'Unione, oppure consentire ai loro clienti di poter optare per un fornitore di roaming che offra tariffe piu' convenienti.

Per le telefonate tra gli stati dell'Unione, Bruxelles propone di eliminare i costi aggiuntivi. In tal modo una telefonata costerebbe con una choamata domestica a lunga distanza e comunque a un prezzo non superiore a 0,19 euro (piu' Iva) al minuto.

Su internet, la Commissione intende vietare il blocco e la limitazione di contenuti dando la possibilita' agli utenti di un accesso a internet completo e aperto a prescindere dal costo o dalla velocita' del loro abbonamento.

Sul fronte dei diritti dei consumatori, la Commissione propone la stesura di contratti con linguaggio piu' semplice e con la possibilita' di maggiore comparazione e di avere contratti di lunga limitata anche a 12 mesi.

Infine, sul fronte della concorrenza tra operatori, la Commissione propone nel Piano che le tariffe di accesso alla rete banda larga vengano stabilite dal mercato e non dalle autorita' di regolamentazione nazionali.

sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina