giovedì 23 febbraio | 21:43
pubblicato il 01/giu/2013 11:17

Tlc: i paletti di Bernabe' per l'utility della rete d'accesso (1 upd)

Tlc: i paletti di Bernabe' per l'utility della rete d'accesso (1 upd)

(ASCA) - Roma, 1 giu - Non coerenti con la newco gli assetti di Wind. Oggi la priorita' e' la rete, al cda di mercoledi' non si decidera' nulla su H3G. In una intervista al Sole 24Ore, il presidente esecutivo di Telecom, Franco Bernabe', torna sulla decisione assunta dalla societa' di procedere con lo scorporo della rete d'accesso, che ha, sin qui, sconcertato i mercati, per difendere scelta e momento. E chiarire che non si va nella direzione piu' volte invocata di uno spin-off totale di questo asset. ''Stiamo parlando - dice - solo delle strutture essenziali che non sono replicabili.

La parte di rete intelligente che fa innovazione, di cui dispongono anche i concorrenti, Telecom se la terra'. Non stiamo ipotizzando di scorporare tutta la rete. Abbiamo definito un perimetro per lo spin-off a livello pro-competitivo''.

A giudizio di Bernabe' ''la societa' della rete d'accesso deve essere una utility come Snam o Terna, che attinge le proprie risorse da un assetto regolatorio stabile nel lungo periodo con prevedibilita' di ricavi e margini che consentano di programmare gli investimenti. E' l'unico modo per farlo e' creare un'entita' separata e trasparente''.

Una societa' aperta ''a investitori istituzionali e finanziari di lungo periodo, ma non vogliamo un parlamentino''.

E Bernabe' cita espressamente l'interesse espresso da Wind:''Non vogliamo una societa' paralizzata dalle liti tra soggetti con troppi conflitti di interesse. E gli asset che Wind vorrebbe conferire sono quelli che noi ci terremo, non quelli coerenti con il perimetro della societa' come invece e' Metroweb''. ''Per il momento - prosegue il presidente di Telecom - apriamo ad investitori istituzionali e finanziari di lungo periodo, ma non vogliamo il parlamentino''.

Quanto all'ambizione di H3G di diventare azionista di riferimento di Telecom, Bernabe' osserva: ''Quello che dice H3G riguarda H3G, quello che dico io e' che il consolidamento del settore e' auspicabile e necessario. Vedremo quando sara' il momento, ma il tema non e' al momento sul tavolo: nel consiglio di mercoledi' non si decidera' niente. Sul tavolo ora c'e' la rete''.

red/sat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech