martedì 06 dicembre | 03:51
pubblicato il 05/ago/2013 13:00

Tlc: Facile.it, italiani non rinunciano a telefono fisso ma con adsl

(ASCA) - Roma, 5 ago - L'Italia e' uno dei Paesi con la maggiore diffusione di telefoni cellulari, ma non ha alcuna intenzione di mandare in pensione il telefono fisso. Secondo una ricerca condotta da Facile.it, il 57% degli italiani non e' disposto a rinunciare alla linea casalinga, ma a patto che abbia anche l'ADSL. Nonostante sarebbe stato lecito attendersi il contrario, in tempi di crisi economica, in base alle risposte date dal campione dei mille intervistati, chi sceglie una linea ADSL non lo fa in base al prezzo, ma alle prestazioni: cerca in primis un'alta velocita' di connessione (48%) e solo in seconda battuta preferisce un operatore per la tariffa che propone (40%). Contrariamente agli stereotipi, gli italiani sono molto poco influenzabili dalle promozioni speciali e appena il 12% del campione dichiara di cambiare linea ADSL o fa il primo contratto per una pubblicita' o una offerta particolare.

Chi decide di sottoscrivere un contratto telefonico attivando una linea ADSL o sostituendo quella gia' attiva ha un'eta' media di 43 anni e, nel 65% dei casi, e' uomo; come detto, rinunciare al telefono di casa e' molto difficile, ma la connessione wi-fi diventa sempre piu' importante e il 43% del campione dichiara di non volerne fare a meno.

Continuando a scorrere i dati ricavati dalle interviste fatte da facile.it nel periodo compreso fra il 30 giugno ed il 31 luglio 2013, pero', si vede come ad essere influenzate dai prezzi applicati siano piu' le donne che gli uomini: mentre a livello nazionale fra chi sceglie un nuovo operatore ADSL solo il 35% e' donna, quando si va a vedere il dettaglio di coloro che cambiano perche' il contratto propone tariffe piu' vantaggiose l'incidenza del campione femminile e' piu' alta, arrivando al 37%.

Cambiare e confrontare conviene, questo gli italiani ormai lo hanno capito e gli operatori devono tenerne conto. Anche dalle interviste e' emerso che fidelizzare un cliente e' alquanto difficile; fra chi sottoscrive un contratto ADSL, il 50% ha gia' cambiato fornitore ed e' disposto a farlo ancora se qualcuno gli offrira' prestazioni o prezzi migliori.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari