domenica 22 gennaio | 09:47
pubblicato il 12/ago/2013 20:29

Tlc: Agcom, risponderemo puntualmente a rilievi Bruxelles (1 upd)

(ASCA) - Roma, 12 ago - L'Agcom in una nota spiega di ''prende atto dei dubbi espressi dalla Commissione europea in ordine alla recente notifica delle misure concernenti alcuni aspetti tecnici e le condizioni economiche per il 2013 dei servizi di accesso disaggregato all'ingrosso alle reti e sottoreti in rame ed ai servizi di colocazione, nonche' dei servizi bitstream su rete in rame'' e ''si riserva di rispondere puntualmente ai rilievi sollevati dalla Commissione a valle di una piu' attenta valutazione del testo inviato e sottolinea preliminarmente come i rilievi mossi riguardino prevalentemente aspetti procedurali, senza di fatto incidere sugli aspetti sostanziali delle proposte''. ''I provvedimenti di Agcom, che riguardano i servizi di accesso alla rete in rame (e non alla fibra) - spiega la nota - maturano, infatti, all'interno di specifiche condizioni e rilevazioni verificatesi nel mercato nazionale negli ultimi due anni, condizioni statiche che solo marginalmente impattano sulla pianificazione di futuri investimenti''.

L'Agcom annuncia poi di essere pronta a collaborare con la Commissione e con il BEREC, nell'ambito della Fase II, ovvero quella di confronto, ''fornendo tutti i necessari chiarimenti ed auspicando una rapida ed efficace soluzione del caso''. In merito ai profili procedurali richiamati l'Autorita' ritiene di aver fornito a piu' riprese i chiarimenti necessari a fugare i dubbi esposti oggi dalla Commissione ed e' in ogni caso disponibile a fornire ulteriori dettagli. In tal modo, confida di potere concludere il procedimento con la fissazione dei prezzi dei servizi di accesso 2013 entro il corrente anno.

Per quanto riguarda gli aspetti di merito, ''l'Autorita' intende comunque ribadire la propria convinzione sulla validita' delle soluzioni proposte e sulla solidita' delle sottostanti argomentazioni. In particolare, la proposta riduzione dei prezzi dei servizi di accesso alla rete fissa scaturisce dall'applicazione, da parte dell'Autorita', di meccanismi regolamentari gia' previsti da proprie precedenti delibere (puntualmente sottoposte ed approvate a suo tempo dalla Commissione) che hanno condotto ad una sensibile riduzione dei costi di manutenzione di Telecom Italia''.

sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4