lunedì 05 dicembre | 09:29
pubblicato il 12/ago/2013 20:29

Tlc: Agcom, risponderemo puntualmente a rilievi Bruxelles (1 upd)

(ASCA) - Roma, 12 ago - L'Agcom in una nota spiega di ''prende atto dei dubbi espressi dalla Commissione europea in ordine alla recente notifica delle misure concernenti alcuni aspetti tecnici e le condizioni economiche per il 2013 dei servizi di accesso disaggregato all'ingrosso alle reti e sottoreti in rame ed ai servizi di colocazione, nonche' dei servizi bitstream su rete in rame'' e ''si riserva di rispondere puntualmente ai rilievi sollevati dalla Commissione a valle di una piu' attenta valutazione del testo inviato e sottolinea preliminarmente come i rilievi mossi riguardino prevalentemente aspetti procedurali, senza di fatto incidere sugli aspetti sostanziali delle proposte''. ''I provvedimenti di Agcom, che riguardano i servizi di accesso alla rete in rame (e non alla fibra) - spiega la nota - maturano, infatti, all'interno di specifiche condizioni e rilevazioni verificatesi nel mercato nazionale negli ultimi due anni, condizioni statiche che solo marginalmente impattano sulla pianificazione di futuri investimenti''.

L'Agcom annuncia poi di essere pronta a collaborare con la Commissione e con il BEREC, nell'ambito della Fase II, ovvero quella di confronto, ''fornendo tutti i necessari chiarimenti ed auspicando una rapida ed efficace soluzione del caso''. In merito ai profili procedurali richiamati l'Autorita' ritiene di aver fornito a piu' riprese i chiarimenti necessari a fugare i dubbi esposti oggi dalla Commissione ed e' in ogni caso disponibile a fornire ulteriori dettagli. In tal modo, confida di potere concludere il procedimento con la fissazione dei prezzi dei servizi di accesso 2013 entro il corrente anno.

Per quanto riguarda gli aspetti di merito, ''l'Autorita' intende comunque ribadire la propria convinzione sulla validita' delle soluzioni proposte e sulla solidita' delle sottostanti argomentazioni. In particolare, la proposta riduzione dei prezzi dei servizi di accesso alla rete fissa scaturisce dall'applicazione, da parte dell'Autorita', di meccanismi regolamentari gia' previsti da proprie precedenti delibere (puntualmente sottoposte ed approvate a suo tempo dalla Commissione) che hanno condotto ad una sensibile riduzione dei costi di manutenzione di Telecom Italia''.

sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari