venerdì 20 gennaio | 17:19
pubblicato il 09/dic/2013 10:50

Tir: migliaia in piazza a Torino. ''L'Italia migliore siamo noi''

(ASCA) - Torino, 9 dic - Sono diverse migliaia le persone accorse questa mattina alla manifestazione convocata dal cosiddetto movimento dei forconi che sta bloccando l'autotrasporto in Italia. Nella centralissima piazza Castello di Torino, davanti al palazzo della Regione, c'e' anche una persona che impugna una forca e ha appeso al collo un cartello con scritto ''Non ci farete fare questa fine''.

Tantissime le bandiere tricolori e lungo la cencellata di Palazzo Reale, numerosi striscioni: ''L'Italia migliore siamo noi: le persone normali'', e' uno di questi. In citta' la gran parte dei negozi sono chiusi. Alcuni per il turno settimanale di riposo ma molti per solidarieta' oppure soltanto per timore. Anche i sevizi taxi sono ridotti al minimo.

La situazione per il momento e' tranquilla, la gente si appresta a un corteo lungo Via Pietro Micca mentre carabinieri in assetto antisommossa sono a presidio del palazzo della Regione. eg/bra/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire