lunedì 20 febbraio | 10:09
pubblicato il 26/feb/2015 09:10

Tesoro ha ceduto 5,74% di Enel, incasso circa 2,2 mld

La partecipazione dello Stato scende al 25,50%

Tesoro ha ceduto 5,74% di Enel, incasso circa 2,2 mld

Roma, 26 feb. (askanews) - Il Tesoro ha ceduto il 5,74% delle capitale dell'Enel. Lo comunica una nota di Viale XX Settembre.

A seguito dell'Operazione, la partecipazione detenuta dal Tesoro in Enel è scesa dal 31,24% al 25,50% circa del capitale sociale della Società. Il corrispettivo della vendita delle azioni Enel ammonta complessivamente a circa 2,2 miliardi di euro. Il regolamento dell'Operazione avverrà il prossimo 2 marzo.

BofA Merrill Lynch, Goldman Sachs International, Mediobanca, e UniCredit Corporate & Investment Banking hanno svolto il ruolo di Joint Bookrunners nell'ambito dell'Operazione.

Il Tesoro si è impegnato con i Joint Bookrunners a non vendere sul mercato ulteriori azioni Enel per un periodo di 180 giorni senza il consenso degli stessi Joint Bookrunners e salvo esenzioni come da prassi di mercato.

Equita SIM e Clifford Chance hanno assistito il Tesoro rispettivamente in qualità di advisor finanziario ed advisor legale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia